La dura legge dell'ex: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, che pareggia a San Siro contro l'Inter

pubblicato il 26/01/2020 in Il Borsino Rossoblù da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
2019

Cragno: 7-. Bentornato Uomo Cragno! Risponde presente con i piedi su Lautaro, sul cui colpo di testa è purtroppo costretto a capitolare, anche se poi effettua sullo stesso una nuova respinta sempre con i piedi. Nella ripresa si oppone a Sensi ed è decisivo nelle prese alte. Fa rabbrividire compagni e tifosi quando rinvia addosso a Lautaro: dovrà esercitarsi con i piedi.

Faragò: 7. Meno impegnato sulla difensiva rispetto a Pellegrini, dialoga spesso con Nandez. Va vicinissimo al gol di testa ma trova una gran risposta di Handanovic. Bravo a spingere con qualità.

Walukiewicz: 6.5. Bravissimo a recuperare su Sensi che si apprestava a tirare in porta, mentre soffre in alcune circostanze la velocità di Lautaro, la cui fisicità porta al vantaggio nerazzurro (fallo dubbio). Dovrebbe cercare di non portare palla per evitare di perderla in maniera banale, ma lo imparerà partita dopo partita.

Klavan: 7. Marca Lukaku tenendolo per quanto possibile col fisico. Quando Sensi si accentra non riesce a fermarlo. Prestazione impeccabile.

Pellegrini: 6.5. Bravo a superare Young con un gioco di prestigio, e a chiuderlo con un’ottima scivolata. Lo stesso Young lo mette in difficoltà con le sue sgroppate. Non perfetti i cross, uno dei quali diventa un tiro che impegna severamente Handanovic (Dal 76’ Mattiello: 6. Entra con il giusto piglio, spinge e prova il tiro dalla distanza che termina alto).

Nandez: 7+. Comincia subito aggressivo, commettendo anche fallo, e macina chilometri lungo la fascia andando al cross e mettendo in difficoltà gli avversari. Rischia tantissimo perdendo palla al limite dell’area, ma rimedia.

Oliva: 5.5. Tanto lavoro oscuro per l’uruguagio, che nella ripresa contiene Young lanciato in contropiede. La sensazione tuttavia è che avrebbe potuto fare di più in regia (Dal 74’ Castro: 6+. Mette lo zampino nella rete del pari con un provvidenziale velo per Nainggolan, e pressa recuperando buoni palloni)

Ionita: 6. Non essere a piazzare al meglio la palla per mandarla in rete, ma corre tanto e abbina qualità in entrambe le fasi.

Nainggolan: 8. Tenta il tiro, alto, e si spende tanto. Una sua apertura sbagliata porta a una pericolosa azione dell’Inter. Pareggia con un tiro dalla distanza, siglando il più classico dei gol dell’ex e regalando un prezioso punto ai rossoblù (Dall’86’ Cigarini: s.v.).

Joao Pedro: 6.5. Ben braccato dagli avversari, ha il merito di essere l’artefice della rete del pareggio, con un sombrero e l’assist per Nainggolan.

Simeone: 6.5. Ha sui piedi una grande occasione ma spedisce il pallone alto. Da apprezzare sicuramente lo straordinario impegno.

All. Maran: 6.5. Prepara la partita con l’obiettivo di contenere le fonti di gioco avversarie e non disdegnare la pericolosità avanzata. Ci riesce, soffrendo e trovando il meritato pareggio.