Rafael para rigori, Sau in forma. È tornato il Mago: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, vittorioso contro l’Empoli

pubblicato il 15/05/2017 in Il Borsino Rossoblù da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca

Rafael: 7. Oramai può essere definito un “para rigori”: neutralizza il tiro dal dischetto di Pucciarelli, ed è il terzo parato della stagione. Incolpevole sulle reti di Zajc e Maccarone.

Isla: 6.5. Spinge con qualità lungo la corsia destra, offrendo a Sau invitanti verticalizzazioni (da una delle quali si genera il vantaggio) ed è efficace in copertura. Nel finale potrebbe seguire meglio Maccarone in occasione del secondo gol empolese.

Pisacane: 6+. Attento su Thiam, si concede anche un colpo di tacco per sbrogliare una situazione complessa.

Bruno Alves: 6+. È costantemente in anticipo sul diretto avversario e spazza quando si conviene senza andare troppo per il sottile. Per poco sfiora anche il gol con una forte e precisa punizione, neutralizzata da Skorupski con un grande intervento. Poco reattivo, tuttavia, nella marcatura su Zajc nella circostanza del gol dello sloveno.

Murru: 6. La mano troppo larga, che decreta il rigore per l’Empoli, può essere perdonata. Per il resto, macina chilometri lungo la fascia sinistra e mette dentro cross interessanti, anche se talvolta soffre le sortite avversarie.

Barella: 7. Si destreggia con una tecnica che si confà a un veterano. Lo rivedremo la prossima stagione, dal momento che partirà ora per i Mondiali Under 20 in Corea del Sud (Dal 75’ Padoin: sv).

Tachtsidis: 6-. Qualche errore di troppo e palle perse in fase di impostazione.

Joao Pedro: 6. Prestazione sufficiente, senza particolari squilli di tromba ma molti rientri per difendere ed equilibrare il centrocampo (Dal 67’ Ionita: 6. Offre una mano alla linea mediana).

Farias: 7.5. Il Mago è tornato: segna il 2-0 con la caparbietà di un “affamato di gol” e la doppietta concludendo abilmente un contropiede. Nella ripresa spreca qualcosa, ma mette in mostra numeri di alta scuola.

Sau: 7. Sesta rete della stagione e 44esima in rossoblù: sblocca il match scattando su una bella imbeccata di Isla, e non lascia scampo a Skorupski. Nella ripresa per poco non trova la seconda marcatura personale, chiudendo l’ennesimo contropiede di poco a lato (Dall’81’ Han: 6. Entra con grande motivazione, e viene immediatamente cercato in profondità dai compagni. Serve un cross al bacio che Borriello dovrebbe solo appoggiare in rete, ma il bomber deposita incredibilmente fuori).

Borriello: 5.5. Sul 3-2 si divora un gol incredibile: un errore di certo non da lui. Tuttavia si sacrifica come al solito, tornando fino alla difesa cagliaritana per offrire il proprio contributo in fase di copertura. Eppure quell’errore, sommato ad altri meno evidenti, pesa.

All. Rastelli: 6.5. Carica a mille i propri giocatori, dimostrando di non voler essere appagato e, per rispetto del campionato, allentare la presa sugli avversari. Sperimenta un inedito 4-2-3-1 che sortisce i suoi frutti: chiude la pratica nel primo tempo, anche se rischia (e non poco) la clamorosa rimonta nella ripresa. In settimana dovrà lavorare su come concludere efficacemente i contropiedi.