Il credo del tecnico, con o senza Lazzari: ecco la Spal di Semplici

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

pubblicato il 19/10/2019 in Gli Avversari da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri

Ottava di campionato: si riparte dopo la seconda sosta stagionale, con il Cagliari ad ospitare la Spal di Semplici. I ferraresi arrivano da una sosta trascorsa in un ottimo stato psicologico, avendo vinto l'ultima gara pre-pausa: un 1-0 casalingo contro il Parma, firmato Petagna, che ha concesso ai biancoazzurri di portarsi a sei punti in classifica.

Proprio il centravanti ex Atalanta è un pedina imprescindibile nello scacchiere di Semplici, tecnico a cui il bomber deve tantissimo. Esploso con Gasperini, gli si è sempre rimproverata la scarsa vena realizzativa, difetto che lo portava ad essere un attaccante utile, ma poco efficace. Alla Spal ha cambiato marcia, con diciannove centri in quarantadue gare. Si sta confermando anche quest'anno, nonostante la partenza del suo assistman preferito, Manuel Lazzari.

L'esterno di centrocampo, oggi alla Lazio, aveva addirittura conquistato la Nazionale con la maglia ferrarese, risultando decisivo nel 3-5-2 del mister spallino. Anche in sua assenza Semplici non ha modificato il sistema di gioco, continuando a proporre una squadra con un approccio tendenzialmente difensivo. I biancoazzurri amano contenere le scorribande avversarie (con la difesa che spesso e volentieri diventa a cinque) per ripartire a grande velocità in contropiede.

Sicuramente il rendimento casalingo è decisamente superiore a quello lontano dalle mura amiche, e questo può risultare un fattore nella sfida di domani.

Probabile formazione (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Sala, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Reca; Floccari, Petagna. All.Semplici