Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Prandelli: "Vogliamo far male al Cagliari"

"Loro agguerriti, sanno fare calcio"

Condividi su:

In vista della sfida con il Cagliari, il tecnico dei genoani Cesare Prandelli ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa. Ecco le sue parole come riporta www.tuttomercatoweb.com:

“Il tempo è poco per tutti. Dobbiamo cercare di recuperare energie nervose e fisiche. Abbiamo un buono stato mentale perchè la vittoria ti aiuta a vedere le cose in maniera diversa. I ragazzi aspettavano con trepidazione di fare una buona prestazione e vincere la gara.

Andare in Sardegna è difficile perché c’è un clima particolare. Sarà un Cagliari diverso, molto agguerrito e che sa giocare. Ha un centrocampo interessante, è una squadra completa e si vede che sta lavorando molto bene per trovare equilibri. Da parte nostra dobbiamo stare in partita sempre perchè anche contro squadra molto organizzate è difficile. Dobbiamo cercare di capire dove poter fare male al Cagliari e sicuramente ci proveremo.

Per quanto riguarda i cambiamenti, abbiamo oggi un allenamento e domani l’ultimo. Valuterà fino alla mattina del 26 chi ha recuperato. Abbiamo uno staff di prim’ordine che valuterà bene.

Noi avevamo in questi quindici giorni obiettivi: tenere la squadra compatta e non prendere ripartenze. Dobbiamo migliorare su tante cose ma queste due cose le dobbiamo fare meglio. Quando sei compatto puoi pensare ad altre situazioni. Per me è significativo che i giocatori in gara si ricordano le situazioni che abbiamo provato. Devo ringraziare i ragazzi che mi hanno accettato sotto tutti i punti di vista.

In tre gare mi è capitato di tutto, non mi sono fatto mancare nulla. La prima gara sono rimasto in dieci, la gara di Roma la ricordiamo tutti e con l’Atalanta ci sono stati episodi. Non dobbiamo toglierci dalla testa l’idea di essere perseguitati e piangerci addosso. Noi siamo forti. Abbiamo una città su cui contare, una tifoseria e un orgoglio straordinari e una storia da raccontare. Se facciamo come sabato possiamo mettere in difficoltà tante squadre".

Condividi su:

Seguici su Facebook