Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Capradossi e Falco: "Vogliamo tornare in Serie A"

"Pronti a metterci a disposizione del mister"

La Redazione
Condividi su:

Giornata di presentazioni per il Cagliari quest'oggi: all'Unipol Domus si è tenuta una conferenza stampa per far conoscere i due nuovi acquisti del club sardo, arrivati l'ultimo giorno di mercato: Filippo Falco e Elio Capradossi. I due rossoblu hanno parlato delle loro prime impressioni e sulla stagione che si aspettano. 

Ecco le dichiarazioni di Falco: 

"Vengo da un'esperienza nella Stella Rossa, a livello internazionale, che è stata sicuramente diversa dalle precedenti per via di una cultura molto diversa dalla nostra. 

Mi sto ambientando bene qui, conosco Lapadula, Mancosu e Viola dalle precedenti avventure a Lecce e Benevento. 

Chiaramente ogni capitolo fa storia a sé, ciò che conta è l'interpretazione dei moduli, l'atteggiamento che ognuno di noi deve avere. 

La mia è stata un'estate particolare mi sono allenato da solo con un preparatore perché sapevo di intraprendere un percorso differente, sto ritrovando la migliore condizione. 

Credo che il Cagliari sia un gruppo forte, con qualità, e che insieme possiamo raggiungere obiettivi importanti grazie a umiltà e impegno quotidiano. 

Davanti siamo tanti, conterà la qualità dei minuti che giocheremo, quello che ciascuno di noi saprà dare quando chiamato in causa, sono pronto a mettermi a disposizione del mister. 

Il mio rilancio? Non penso si tratti di questo, è un'opportunità importante per togliermi soddisfazioni nuove in un ambiente ambizioso e che ama questi colori". 

Ecco invece le dichiarazioni di Capradossi: 

"Qui c'è una struttura consolidata, idee chiare, un Club importante che per me rappresenta una bella opportunità. 

Cercherò di dare il massimo ogni giorno, sicuramente essere qui con un obiettivo di primissimo piano mi dà grossi stimoli dopo le ultime stagioni vissute in cadetteria. 

Vogliamo tornare subito in Serie A, non è facile perché il campionato è denso di insidie e ci sono tante squadre di livello. 

Le mie caratteristiche? Mi piace giocare la palla, impostare l'azione, la grinta e l'intensità non devono mai mancare anche laddove si ricerca la qualità della costruzione e la proposta".
 

Condividi su:

Seguici su Facebook