Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Verso il Modena, Liverani: "Andiamo a prenderci quello lasciato a Ferrara"

"Soddifatto del mercato"

La Redazione
Condividi su:

Vigilia Cagliari-Modena: il tecnico dei rossoblu Fabio Liverani ha parlato questo pomeriggio in conferenza stampa sulla gara di domani. 

Ecco le sue dichiarazioni: 

"È un periodo diverso con il mercato, ma non toccherà nulla sulla preparazione della gara di domani. Abbiamo fatto una buona settimana, c'è la tensione giusta dopo un risultato che non meritavamo. Affrontiamo una squadra allenata molto bene e che gioca un buon calcio. 

Permanenza Nandez? È stato un tormentone, quando sono arrivato qui ho instaurato un rapporto di grande schiettezza con il gruppo: a luglio mi disse che non sarebbe partito in prestito per nessuna squadra, ma solo per offerte importanti e definitive. È stato di parola. Con lui e con gli altri c'è un grande rapporto di fiducia. 

Nell'ultima gara siamo partiti bene, creando occasioni limpide, poi con l'espulsione siamo andati in difficoltà. A Ferrara abbiamo comandato quasi totalmente, poi gli episodi spostano i giudizi e le critiche. Ero più preoccupato dopo il pari con il Como, perché lì avevamo giocato male. 

Ruolo di Nandez? Ha delle grandissime qualità sull'esterno, più ha spazio meglio è per lui, è un giocatore di corsa e di equilibrio. È stato fuori un bel po' come Rog durante il ritiro. Se riusciamo a recuperarli pienamente torneranno quelli di un tempo. 

Domani dobbiamo avere un approccio come quello di Ferrara, in cui siamo stati puliti e bravi tecnicamente. La pulizia tecnica è fondamentale per comandare il gioco. 

Noi siamo in un nuovo percorso, ad oggi analizzando tutte le altre squadre non vedo nessuno che non ha fatto fatica. Bisogna ancora aspettare una decina di partite. Ho grande rispetto del Modena ma vogliamo prenderci quello che abbiamo lasciato a Ferrara. Abbiamo ancora qualche difficoltà in più delle altre perché non ci conosciamo bene, abbiamo cambiato tanto tra allenatori e giocatori. 

Insidie Modena? Sarà una gara da prendere come sempre con grande attenzione. Dovremo essere pazienti ma avere fame di vittoria, non dobbiamo regalare nulla. Dobbiamo essere più cattivi negli ultimi 20 metri. 

Cessione Walukiewicz? La scelta di andare via è totalmente del ragazzo. Quando l'ho visto ho notato grandi potenzialità, ma aveva voglia di rimanere in Serie A e quindi abbiamo deciso che era giusto non tenerlo. 

Lapadula? Tra Cittadella e Ferrara ha avuto quattro cinque palle gol, lo sa anche lui che non ha avuto quella fame di segnare. Sarei più preoccupato però se non creassimo occasioni da gol per i nostri attaccanti. 

Barreca? Può essere della gara anche domani, anche se non ha fatto un ritiro come quello magari di Mancosu, per cui va gestito. Al momento non ha i 90', tuttavia è in una buona condizione e ha entusiasmo quindi può fare uno spezzone di partita. 

Soddifatto del mercato? Sono contento della rosa che ho, adesso fino a gennaio si chiuderà così nessuna avrà altri pensieri e si potrà lavorare tutti in un'unica direzione.

Desogus? È stata una delle sorprese più grandi insieme a Luvumbo. È normale che con l'arrivo di Millico e di Falco ora, il numero di attaccanti è alto. Desogus è un ragazzo molto intelligente e credo che per il suo bene giocare qualche spezzone non lo faccia crescere, meglio invece giocare regolarmente così da ritrovarci a giugno con un patrimonio importante".

Condividi su:

Seguici su Facebook