Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pavoletti: "Sarà complicato, ma potremo toglierci delle soddisfazioni"

"Non potevo andare via adesso"

La Redazione
Condividi su:

Nel giorno del rinnovo, che lo lega alla maglia rossoblù fino al 2024, Leonardo Pavoletti ha parlato in conferenza stampa e ha risposto alle domande dei cronisti. 

Ecco le sue parole: 

“Restare a Cagliari per me rappresenta una fonte di grande felicità e motivo di orgoglio, dopo lo shock della retrocessione ci siamo confrontati con la Società, trovare l'intesa è stato semplice. C'era la volontà comune di continuare, adesso penso solo a combattere per questa maglia. 

Non gioco in Serie B da molto tempo, ci torno con lo stesso spirito che mi ha animato in passato. Sicuramente sarà un campionato complicato perché la concorrenza è nutrita, ma lavorando nel modo giusto giorno dopo giorno potremo divertirci e toglierci soddisfazioni.

Abbiamo il dovere di riscattarci e onorare la città e la maglia, anche se vincere i campionati non è mai semplice. Cagliari è il luogo dove sta crescendo la mia famiglia e da qui non potevo andare via adesso. Dobbiamo, devo dimostrare con i fatti la motivazione che abbiamo dentro.

La voglia di parlare dopo la retrocessione era poca, era giusto farsi un esame di coscienza prima di rimettersi in gioco. Non ottenere la salvezza è stato un dolore atroce. Voltiamo pagina e costruiamo qualcosa di bello per la nostra gente.

Conoscevo già il mister come avversario. È un tecnico esigente, che ama imporre il suo gioco e curare il dettaglio. Il suo spirito ci sta aiutando a togliere le scorie della precedente stagione, anche i nuovi arrivati hanno portato freschezza. Ad Assemini vedo silenzio e voglia di pedalare, c’è grande concentrazione.

Lavoro duro per farmi trovare pronto, in questo momento della carriera penso al bene gruppo non alle ambizioni individuali. Sto bene, lo staff mi sta aiutando nella gestione fisica, c’è grande intesa. In Serie B ho fatto bene in passato, se mi ripeterò sarò contento prima di tutto per la squadra”.

Condividi su:

Seguici su Facebook