Semplici: "Dispiace per il risultato, dalla prossima gara si vedrà un'altra squadra"

"Avevamo tanti giocatori lontani dalla condizione ottimale"

pubblicato il 12/09/2021 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
2021

Cagliari-Genoa è terminata con il risultato di 2-3 e Leonardo Semplici è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione contro gli uomini di Ballardini.

Ecco le sue parole:

"Per 60 minuti la squadra è stata bene in campo,avevamo una squadra di valore davanti, oggi abbiamo avuto tanti giocatori lontani dalla condizione ottimale, altri non giocavano da molto e secondo me, finché la squadra ha retto, abbiamo fatto bene. Ma i problemi che abbiamo avuto ci sono costati la partita. Questo non ci toglie niente, bisogna resettare gli aspetti che non mi sono piaciuti e da martedì saremo tutti insieme e potremo lavorare su quella mentalità che ci serve.

Tutti i cambi sono stati fatti per problemi fisici, ho lasciato Ceppitelli in campo ma mi aveva chiesto di essere sostituito da tempo, Grassi non giocava da molto e così via. Poi sono venuti fuori i problemi e abbiamo perso la gara.

9 gol subiti? A Milano sono venuti in condizioni particolari ma oggi era davvero una gara particolare e dalla prossima si vedrà un altra squadra.

Presunzione dopo i due gol? Non credo, semplicemente di solito i nostri cambi sono per il meglio, oggi non avevamo Godin, Strootman, Pavoletti e se a una squadra come la nostra toglie questi giocatori è ovvio che abbiamo problemi. Ci dispiace. Ai ragazzi ho detto di credere più in quello che facciamo ed essere più convinti. Ci servono condizione fisica e mentale ottimali per 95 minuti. Il Cagliari è calato e sono venute fuori le qualità del Genoa, finché siamo stati corti e attenti e fisicamente a posto siamo andati bene. Pavoletti era in panca ma ha avuto un problema alla schiena.

Tre gol subiti allo stesso modo? Sì, erano di testa ma mi sono sembrati diversi. Dobbiamo migliorare. Approccio giusto per 60 minuti ma poi abbiamo vanificato tutto con errori e situazioni contingenti".