Verso la Roma, Semplici: "Proveremo a vincere"

"Tiriamo fuori il meglio da noi stessi"

pubblicato il 24/04/2021 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori (collegata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (collegata)
foto: cagliari calcio

Vigilia di Cagliari-Roma. I rossoblu arrivano da due successi di fila contro Parma e Udinese che hanno rimesso in corsa i sardi per la salvezza, mentre i giallorossi sono reduci dal pari contro l'Atalanta e ora hanno la testa all'Europa League. Per cercare di accorciare su Torino e Benevento servirà almeno un punto, un'impresa difficile ma non impossibile per gli isolani che in queste settimane hanno ritrovato la fiducia giusta. Bisogna sfatare il tabù contro le grandi e domani è la giornata perfetta per farlo.

Il tecnico del Cagliari Leonardo Semplici parlerà alle 17:30 in videoconferenza dalla sala stampa di Asseminello: per il nostro giornale sarà collegato Michelangelo Corrias.

Tra pochi minuti incomincierà la conferenza stampa di mister Semplici in vista della sfida di domani contro la Roma.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"L'assenza di Radja è un'assenza importante e mi auguro che chi lo sostituirà lo farà in maniera egregia, ho diverse soluzioni. L'atteggiamento sarà quello di chi ha poco da perdere, sappiamo di affrontare una squadra di valore e andremo in campo cercando di dare quello che possiamo per 95 minuti.

La Roma sta attraversando un momento particolare ma non credo che il campionato venga accantonato per la semifinale di Europa League, ha tanti giocatori da utilizzare, molti rientranti ma anche nell'ultima gara ha giocato bene. Ultimamente gli episodi ci girano a favore perchè siamo più determinati, anche il gol annullato a Joao ci ha caricato.

Abbiamo fatto due gare in una settimana e stiamo cercando di capire chi può recuperare e chi può partire dal primo minuto, vedremo se cambierò qualcosa.

Nandez? È un giocatore importante, con la testa giusta può svolgere tutti e tre i ruoli in maniera egregia, ma vedremo domani.

Per quanto riguarda l'aspetto tattico stiamo valutando diverse soluzioni, anche in base ai disponibili. Cercheremo di mettere in campo una squadra offensiva, non abbiamo niente da perdere. Sono contento per Joao, che sia tornato al gol, ma aveva comunque fatto ottime prestazioni in precedenza, certo che gli dà morale il gol, a lui e alla squadra.

Dobbiamo provare a vincere con chiunque affronteremo, ma spero che queste due vittorie, arrivate con grande predisposizione alla sofferenza, ci portino a fare bene. Dovremo tirare fuori il meglio di noi stessi, l'obiettivo può essere lì ma può essere ancora lontano.

Pereiro? È un giocatore importante, vedremo domani se farlo partire dall'inizio, ma per farlo devono esserci degli equilibri. Prima dobbiamo valutare come stanno anche gli altri, sicuramente metteremo l'11 che ci darà più garanzie.

La fase difensiva della Roma loro punto debole? Ha avuto delle difficoltà con l'Atalanta, ma l'Atalanta mette in difficoltà tutti. Speriamo di farlo anche noi.

Non so se è un vantaggio giocare prima delle nostre dirette concorrenti, noi dobbiamo pensare a noi stessi e fare di tutto per mettere pressione a chi ci sta davanti. Se diamo continuità alle vittorie, possiamo inguaiare chi ci sta davanti.

In una situazione come la nostra è importante recuperare le energie sia fisiche che nervose, in questi giorni abbiamo cercato di far rifiatare chi ha giocato sia sabato che mercoledì.

L'importanza dell'allenatore in questo momento? Quando si perde lo è, quando si vince no, è il bello del nostro lavoro... ma è un lavoro di tutto lo staff. Siamo tutti concentrati sulla gara di domani e cercheremo di fare una prestazione all'altezza delle aspettative.

Sottil? Non abbiamo una data per il suo rientro, si era riavvicinato al gruppo, è un peccato perchè ci sarebbe potuto essere utile adesso, sarebbe stato determinante. Non l'ho mai potuto utilizzare e mi dispiace. Cercheremo di farlo rientrare il prima possibile".