Verso il Napoli, Di Francesco: "Godin e Ounas out, ma vogliamo far bene"

"Falso che Ounas non si è allenato"

pubblicato il 02/01/2021 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2020

Vigilia di Cagliari-Napoli, match della 15^ giornata di Serie A: i rossoblu ospitano alla Sardegna Arena i partenopei (ore 15:00), che vogliono cercare di restare in zona Champions. I sardi invece devono tornare a vincere, da troppo tempo non arriva una successo.

Il tecnico del Cagliari Eusebio Di Francesco parlerà alle 13:15 in videoconferenza dalla sala stampa di Asseminello. Per il nostro giornale sarà collegato Alexandra Atzori.

Amici di Blog Cagliari Calcio, buongiorno. Tra pochi minuti ci sarà la conferenza stampa di mister Di Francesco.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"La condizione della squadra è ottimale, al di là delle assenze. Oggi ci ha lasciato anche Ounas, non convocato per il riacutizzarsi di un problema, mancheranno anche Godin e Klavan. Non è vero che Ounas non si è allenato negli ultimi giorni, non è vero. La squadra ha una gran voglia di far bene, lo dico spesso ma sono contento di come i ragazzi si sono preparati per questa gara, molto sentita. Mi dispiace davvero l'assenza di Rog, si farà sentire, stava crescendo tanto. L'arrivo di Radja ci da tanto e può aiutarci anche nel ruolo di mediano, mi dà la possibilità di usarlo in molti ruoli, come ha fatto con me in passato. La condizione non è al top ma crescerà, giocando.

Radja ha caratteristiche offensive ma anche difensive, l'anno scorso ha giocato anche come regista, non è il suo ruolo ideale ma può far tutto. Ovviamente, più lo avviciniamo alla porta e più è pericoloso. Radja è un giocatore di alto livello, l'importante è metterlo nelle condizioni migliori per farlo rendere al meglio.

Al di là se giocheremo o meno a quattro, è l'atteggiamento che fa la differenza. Credo torneremo a quattro ma abbiamo preparato la partita in un certo modo, anche tenendo conto di chi abbiamo a disposizione. Il Napoli ha diverse assenze ma è una squadra forte, ambisce ad arrivare tra le prime e davanti ha dei giocatori che sono davvero pericolosi, sono aggressivi e dovremo essere bravi a sfruttare le nostre qualità, ovvero essere verticali. Dobbiamo essere continui, fisicamente e mentalmete​.

Per qunto riguarda il futuro stiamo facendo riflessioni in entrata e uscita, cercheremo di sfoltire un po' e mettere dentro dei giocatori di qualità, già aver aggiunto Radja è molto importante a livello di qualità, presenza, conoscenza dell'ambiente eccetera. Non escludo altre aggiunte a centrocampo.

Mancano i gol del centravanti? Non sono cose che mi preoccupano grande, hanno segnato Cerri, Pavoletti eccetera, non dimentichiamo anche tutte le occasioni che hanno avuto i miei centravanti e non sono andate bene... ci sono dei momenti che si segna anche con il didietro e altre che non entra nemmeno dopo un milione di occasioni. Va così, non sono preoccupato. E non dimentichiamo quanto è mancato Simeone.

Luvumbo? Sono curioso anche io di vederlo, l'ho allenato pochissimo e ha avuto una ricaduta. Mi auguro di vederelo almeno per i primi di febbraio, peccato, sta perdendo un percorso di crescita importante visto che è molto giovane, e dovremo stare attenti a non fargli riacutizzare il problema.

Stiamo cercando giocatori adatti a giocare il 4-3-2-1. Io ho fatto dei tentativi e ho cercato di mettere i ragazzi in posizioni a farli rendere al meglio, abbiamo già parlato della modifica che ho fatto con Joao. Domani potremmo giocare con 4 attaccanti di ruolo, ma questo dipenderà dal momento della gara e dal momento che staremo vivendo noi. Certo che la vittoria sarebbe importante, per motivarci ulteriormente nel nostro percorso di crescita, sia collettiva che individuale.

Sottil? avere dei momenti up e down è normale, soprattutto quando un giocatore è giovane. Deve continuare il suo percorso, capendo che ci sono dei momenti buoni e altri meno buoni, succede a giocatori più navigati, figuriamoci uno giovane... mi auguro che domani sia decisivo.

Ounas era in lizza per giocare, si è allenato fino a ieri, solo oggi ha avuto un fastidio durante la parte iniziale dell'allenamento. Zappa gioca dietro? Per forza, non ho molte alternative, manca anche Faragò​.

La squadra ha poca continuità, è vero, però è anche vero che in alcuni spezzoni con le 'grandi' ha fatto davvero bene. Ho chiesto ai ragazzi di stare in partita per tutti i novanta minuti e di impattare bene, con il piede sull'acceleratore. Serve continuità e non subire con squadra schierata, com'è successo a Roma. Non dobbiamo perdere la concentrazione quando sappiamo di avere in mano la partita. Non abbassare la guardia".