Verso il Crotone, Di Francesco: "Gara non facile, non cambierò molto"

"Approccio da migliorare"

pubblicato il 24/10/2020 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2020

Vigilia di Cagliari-Crotone, quinta giornata di Serie A, in programma domani alle 12:30 alla Sardegna Arena. I sardi finalmente si sono sbloccati vincendo in casa del Toro e ora vogliono ottenere altri tre punti contro la compagine neopromossa, che invece attende ancora un successo. I calabresi però hanno fermato la Juve la scorsa settimana, quindi occhio a sottovalutarli. La presenza di Diego Godin è in dubbio, visto che il capitano dell'Uruguay non ha ancora smaltito del tutto un affaticamento muscolare, ma chissà, potrebbe farcela in vista di domani.

Il tecnico dei rossoblu Eusebio Di Francesco, dopo la rifinitura della squadra, si appresta a incontrare i media in videoconferenza alle 13.15 dalla sala stampa di Asseminello. Sarà collegata per il nostro giornale Alexandra Atzori.

Amici di Blog Cagliari Calcio, pochi minuti e inizierà la conferenza stampa di Di Francesco.

Ecco il mister, si comincia:

"Godin? Si è allenato bene anche oggi, decidiamo domani insieme. Pisacane si sta allenando bene e con grande applicazione, ma io lo ritengo un centrale. Poi, a seconda della gara, potrà tornare davvero utile, mi piace molto il suo atteggiamento anche all'interno della squadra. Mesias? Mi piace molto e non mi meraviglia che sia il giocatore che subisce più falli, mi ricorda Defrel. E' ancora presto per dire a che punto siamo, sicuramente i ragazzi sono molto attenti e si allenano con grande impegno. La fase difensiva è molto importante anche per fare grandi prestazioni, peccato non aver avuto Godin in alcuni allenamenti. Dobbiamo sicuramente migliorare ancora.

Due mediani sono fondamentali per dare equilibrio alla squadra, devono sostenersi e aggredire l'avversario, devono dare alternative ai compagni. I nostri devono migliorare ancora, ma stanno facendo bene. Io comunque, cerco di guardare più alla squadra e meno al singolo. I risultati aiutano l'autostima e tutto questo aiuta a lavorare meglio.

Prendere tanti gol non mi piace, quando devi raggiungere gli obiettivi, è anche importante non prendere tanti. Non dobbiamo perdere l'abilità di difendere bene. Dobbiamo però essere anche bravi ad analizzare bene i gol presi... Ballottaggi? L'ultima volta abbiamo perso e non ho cambiato, quindi ancora non lo so. Vorrei dare continuità e cambiare il meno possibile​.

Domani, passato il decimo minuto, sarò più tranquillo... quando succede con continuità bisogna fare attenzione. Dobbiamo essere più bravi nell'approccio, sia nel primo che nel secondo. Ci è successo più volte​. Abbiamo poco possesso palla? Personalmente devo analizzare anche le gare che abbiamo affrontato, finora abbiamo affrontato squadre che si conoscono e sanno tenere bene palla. Possiamo migliorare comunque, non mi piace che gli altri abbiano la palla per più tempo rispetto a noi.​

Per migliorare in fase difensiva dobbiamo correggere sia gli errori individuali che l'atteggiamento di squadra, ma soprattutto quest'ultimo punto. è più importante anche rispetto al gioco cucito sulle caratteristiche dell'avversario​. Allargamento delle liste per il Covid? Non lo sapevo, ma se dovesse succedere valuteremo.  Ma sono contento dei miei ragazzi​.

Il Crotone? Il punto forte è che si conoscono, hanno un buon allenatore e sono coraggiosi. Il nostro vantaggio potrebbe essere proprio questo, cioè che tentano l'uno contro uno e potremmo sfruttarlo".