Fonseca: "Contro il Cagliari gara difficile"

"I sardi stanno facendo un ottimo campionato"

pubblicato il 05/10/2019 in Conferenze Stampa da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Paulo Fonseca, allenatore della Roma da questa stagione, ha parlato ai microfoni della sala stampa del Centro Sportivo Fulvio Bernardini durante la conferenza in vista del match che vedrà i giallorossi affrontare il Cagliari all'Olimpico, domenica alle 15.00.

Ecco le dichiarazioni del tecnico portoghese, così come riportato da Tmw:

"Chi giocherà trequartista? Questa è una delle volte dove sarà più semplice scegliere e per voi indovinare la formazione, ma io non la svelerò oggi.

E' un periodo complicato con poco tempo per allenarci e la squadra ha risposto bene dal punto di vista fisico. Spero domani la squadra faccia vedere di star bene sul campo.

Che gara sarà? Mi aspetto una gara difficile contro una squadra che sta facendo un ottimo campionato e viene da ottimi risultati.

Veretout o Cristante come trequartista? Cristante ha già svolto questo ruolo in passato, ma nessuno dei due ha le caratteristiche ideali per fare il trequartista come le intendo io. Viste le circostanze, però, la scelta dovrà ricadere su uno di questi due.                                                                                                                     

Pastore ci sarà? E' difficile che lui possa giocare due partite in poco tempo.

Problema infotuni? Non parlerò in dettaglio di ciascun infortunio. La questione è che stiamo facendo tutto il possibile per prevenire questi infortuni. C'è una politica molto rigorosa del club. L'infortunio più frequente in questa fase della stagione è quello ischio-tibiale e abbiamo avuto solo un caso di questi.

Se ci fossero stati numerosi infortuni di questo tipo avremmo potuto parlare di cattiva gestione. Bisogna poi vedere anche il passato di alcuni giocatori a rischio. Altri sono casuali come Zappacosta, Bouah o Pellegrini.

E' un qualcosa che non succede solo nella Roma, ma in tutte le squadre che competono su più fronti. Se si verifica ciò in tutti i club europei dobbiamo chiederci se tutti siamo incompetenti.

Pau Lopez e Florenzi? Pau Lopez sarà a disposizione e giocherà. Florenzi non ha recuperato, è a casa con la febbre.

Zaniolo e Kluivert? Spesso creiamo occasioni e poi sbagliamo l'ultima scelta. E' successo sia a Zaniolo che a Kluivert. Spesso in quella zona di campo siamo poco rigorosi. E' una questione di cui abbiamo parlato.

Abbiamo sottolineato l'importanza di essere più precisi in quella zona di campo. Con il tempo la loro precisione aumenterà. Sarà importante migliorare questo ed essere più efficaci.

Troppi cartellini? Alcuni cartellini erano meritati e giusti. Con il Lecce, invece, alcuni sono stati dati con troppa facilità.

Spinazzola a sinistra? No, non è una soluzione che ho preso in considerazione.

Cosa penso dell'ambiente romano? Non voglio commentare le parole di Nainggolan, è la sua opinione. Magari c'è un intento nel creare una certa pressione. Preferisco non commentarle. Chi non vorrebbe convivere con questa pressione?

Chi non è in grado di sopportarla non può fare il calciatore professionista. Io sento solo il sostegno dei nostri tifosi che crea un ambiente bello fuori e in casa. Va apprezzato. Poi la pressione c'è ovunque, soprattutto dove si vuole vincere. Chi non la sopporta andasse a coltivare le patate. Nel calcio c'è pressione e va accettata.

Kalinic? Tutti comprendono che era la sua prima partita e da tempo non giocava dall'inizio. Non poteva essere al meglio. Deve far di più e lo farà. Ha già giocato in A ed è un calciatore di innegabili qualità. Migliorerà fisicamente".