E ora?

Il rifiuto del venezuelano Tomas Rincon potrebbe aprire nuovi scenari per il centrocampo della formazione rossoblù

pubblicato il 09/07/2016 in Calciomercato da Fabio Loi
Condividi su:
Fabio Loi

La campagna acquisti per le squadre del Belpaese è iniziata. Tra le società più attive sicuramente c’è il Cagliari, che vuole ben figurare nel campionato di serie A, dopo l’entusiasmante annata nella serie cadetta. Chiusi i colpi Bruno Alves, Padoin e Ionita, (oltre al giovane Pajac) il direttore sportivo sardo, Stefano Capozucca, ha tentato di portare a Cagliari il centrocampista del Genoa Tomas Rincon. Quest’ultimo, tuttavia, come già riportato dal nostro quotidiano, ha rifiutato le avances isolane, aspettando proposte più allettanti da squadre più blasonate. Nonostante tutto, il ds rossoblù non molla la presa sul giocatore ed isiste.

Anche dopo le parole del patron Preziosi: "Rincon resta al Genoa, per Juric è un giocatore fondamentale ed ora lavoreremo pe il rinnovo del contratto", Capozucca non getterà la spugna e si giocherà le ultime fiches a disposizione per compiere quello che sarebbe (a questo punto) un clamoroso colpo di mercato.

Ad ogni modo il sodalizio Via Mameli si guarda intorno, alla ricerca di un giocatore che possa avere un profilo simile a quello del mediano venezuelano. Di conseguenza, quali identikit farebbero al caso della formazione rossoblù? Eccone due.

Birkir Bjarnason: è un calciatore combattivo, che mette molta foga nei contrasti. Ha una discreta elevazione e possiede una buona progressione. Inoltre abbina egregiamente la tecnica alla sua ottima fisicità, oltre ad avere dinamicità. Riesce a calciare bene con il destro e il mancino e si inserisce costantemente e in maniera pericolosa quando c’è un’azione d’attacco. Oltre al ruolo di centrocampista, si disimpegna bene anche come incontrista o mezzala.

Sebastian Perez: prodotto del vivaio dell’Atletico Nacional (squadra da cui fu prelevato Victor Ibarbo), è un centrocampista completo di buonissimo livello e che riesce ad offrire un equilibrio costante alla mediana. Può giocare a metà campo con uno schieramento a tre (come nel caso del Cagliari) o a due (con Manuel Torres) in un 4-2-3-1 come invece propone Josè Pekerman, il Ct della sua nazionale (la Colombia). Inoltre ha una buona tecnica individuale e abbina qualità e quantità.
Il calciomercato è iniziato. Per il Cagliari è caccia al nome buono dopo il rifiuto di Rincon al trasferimento in Sardegna.