Rog-Nandez, In un solo colpo i due acquisti più costosi della storia del Cagliari

Barella la cessione più remunerativa di sempre

pubblicato il 25/07/2019 in Calciomercato da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda
foto: Enrico Locci

Il Cagliari si fa bello per la stagione del centenario. In uno solo colpo, il Presidente Giulini, regala ai tifosi rossoblù i due acquisti più costosi della storia del sodalizio isolano.

È ufficiale Marko Rog. Il centrocampista croato classe 1995 costerà complessivamente (tra prestito oneroso e obbligo di riscatto) ben 15 milioni di euro (3+12).

Giusto qualche giorno e Nahitan Nández si piazzerà al vertice della speciale classifica. L’uruguaiano (anche lui centrocampista classe 1995) arriva dal Boca a titolo definitivo per 17 milioni di euro più il 12% sulla futura rivendita.

In uscita, altro record. Nicolò Barella è stato ceduto all’Inter per 12 milioni di euro di prestito e 25 di riscatto obbligato, ovvero 37 milioni. Che già così, in casa Cagliari, rappresentano la cessione più remunerativa di sempre oltre che l'investimento più imponente per le casse nerazzurre.

Ma non è tutto. Perché grazie ai bonus legati all'affare legato all'ex 18 rossoblù (non tutti semplici da raggiungere, per un totale di 12 milioni), l’ammontare totale in entrata potrebbe toccare quota 49 milioni. Mai nessuna cessione in casa Cagliari è stata più ricca.

Per chiudere (sognare non  costa nulla, ma potrebbe diventare realtà), qualora si riuscisse a portare alla corte di Maran (trattativa calda con la Roma) l'attaccante francese classe 1992 Grégoire Defrel per 13 milioni, bhe, ci si troverebbe davanti ai tre acquisti più costosi di sempre del sodalizio isolano, per di più in un'unica sessione di mercato.

Roba da mandare Pavoletti al quarto posto... Con i suoi "soli" 12 milioni.

Tutto bello, ma guardia alta: né i soldi, né i grandi nomi garantiscono punti e risultati. Sono però (innegabilmente inquesto calcio industriale) l'indispensabile base di partenza per poter cominciare a sperare in qualcosa di più rispetto alla solita (e spesso sofferta) salvezza.