Modulo e titolari vincenti non si cambiano: le impressioni dopo la terza amichevole precampionato

L’analisi dopo la terza partita del precampionato del Cagliari, giocata in quel di Aritzo

pubblicato il 29/07/2016 in Approfondimenti da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca

Anche la terza amichevole stagionale del Cagliari è coincisa con una vittoria: i rossoblù hanno sconfitto 3-0 la Pistoiese, in un test che ha offerto la possibilità di continuare ad assemblare i meccanismi.

Il modulo tattico non è mutato: anche ieri il 4-3-1-2 è stato utilizzato da Rastelli per tutta la gara, segno inequivocabile che il mister, in attesa di interpreti validi sugli esterni (a parte Padoin), non intende modificare un sistema di gioco oramai consolidato, lasciando dunque in stand-by il 3-5-2.

La formazione titolare è quella che, con l’aggiunta dell'esperto Bruno Alves (arrivato ieri in ritiro) al posto di Capuano, dovrebbe essere la stessa anche in campionato: Storari; Pisacane, Salamon, Capuano, Murru; Padoin, Di Gennaro, Ionita; J.Pedro; Sau, Farias.

Contro la Pistoiese ha trovato il vantaggio Pisacane con un colpo di testa su angolo di Farias. Proprio il brasiliano nella ripresa ha trovato la seconda rete, venendo seguito dal definitivo 3-0 firmato da Joao Pedro su rigore.

Padoin si è mostrato ancora una volta uno dei rossoblù più in palla, essendo abile a recuperare una gran quantità di palloni, mettendo qualità e quantità a centrocampo e propiziando il rigore che ha condotto al terzo gol. Bene Pisacane in fase di spinta e nella capacità di trovare la rete di testa.

Il duo brasiliano Pedro-Farias ha avuto modo di mettere in mostra la grande intesa, con giocate di classe che hanno raccolto applausi.

I centrali difensivi hanno trascorso un pomeriggio relativamente tranquillo, e a centrocampo Di Gennaro ha fatto girare al meglio la squadra.

In attesa dei rinforzi nella linea mediana e in attacco, Rastelli si gode una squadra in salute e con diversi margini di miglioramento. Affinare i meccanismi sarà fondamentale per affrontare al meglio la Coppa Italia e la prima difficile parte della stagione.