Il modulo Rastelli

Andiamo a conoscere meglio il modulo di gioco del tecnico rossoblù

pubblicato il 20/08/2015 in Approfondimenti da Marco Castoni
Condividi su:
Marco Castoni

Massimo Rastelli nel corso della sua carriera d’allenatore, ha sempre dimostrato una certa duttilità  unita ad una buona dose di pragmatismo. Infatti sin dagli esordi con la Juve Stabia, Brindisi e Portogruaro-Summaga, sino ad arrivare alla guida dell’Avellino, si è sempre dimostrato abile nell’adattare il proprio modulo in base ai giocatori a disposizione, ma anche e soprattutto per trovare la collocazione tattica utile a scardinare il gioco avversario.

Nel corso degli anni infatti ha utilizzato diversi moduli, dal 3-5-2 ad un più coperto 5-3-2, sino ad arrivare al 4-4-2 che prevedeva spesso un centrocampo a rombo e la presenza di un fantasista. Proprio quel modulo che negli anni passati si è dimostrato come un marchio indelebile in casa cagliaritana, capace di regalare molteplici e insperate soddisfazioni. La rosa ancora necessita di alcuni ritocchi, ma è chiaro che il  4-4-2 con un trequartista dietro le due punte sia il modulo di partenza, ma non sorprenderà di certo una variazione di modulo verso un 4-3-3 nel corso della lunga stagione in serie cadetta.

La certezza che porta in dote il tecnico campano è data senza dubbio dalla sicurezza e dall’esperienza maturata in serie B, utile a guidare un gruppo che ha urgente bisogno di affrontare la categoria in maniera adeguata, dimenticandosi in fretta della serie A. Perché la B è un campionato dai verdetti incerti sino alla fine, dove una squadra che inizia bene può ritrovarsi nel giro di una manciata di partite nella parte destra della classifica.

L’allenatore campano sa cosa serve per poter centrare la promozione, perché dalla Lega Pro alla B ne è stato già capace, dalla B alla A invece ci è andato molto vicino con una squadra non certo tra le maggiormente attrezzate.

Rastelli ha l’occasione e la squadra per centrare la più prestigiosa tra le promozioni, come e con quale modulo in fin dei conti, non sembra essere un problema.