Nenè via da Cagliari: Il punto sulla situazione

Non convincono le dichiarazioni rilasciate dall’agente dell’attaccante rossoblù in merito a un suo immediato ritorno in Brasile

pubblicato il 02/01/2014 in Approfondimenti da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
Nenè

Si sa, molte storie sono destinate prima o poi a terminare. Quella di Nenè, attaccante oramai alla quinta stagione con la maglia rossoblù, pareva essere giunta al capolinea la scorsa estate. Invece, un rinnovo quanto mai inatteso ha fatto sì che il brasiliano rimanesse ancora per un anno legato al club sardo.

Pochi giorni fa, però, l’agente del giocatore Danko Dikic ha dichiarato che l’avventura del suo assistito in terra sarda è giunta al capolinea. E ha prospettato un immediato ritorno dell’attaccante in terra brasiliana.

Anche questa per Nenè è stata l’ennesima stagione cominciata nel peggiore dei modi. Diversi infortuni hanno ostacolato il raggiungimento di una condizione fisica e mentale quantomeno accettabile. Quando sembrava fosse finalmente uscito dal tunnel, riuscendo ad essere decisivo per diverse gare di fila (a partire dalla rovesciata non proprio “riuscita” contro il Genoa, diventata un assist per il gol di Sau, passando poi per Sassuolo - gol di testa - e Parma), è arrivato puntuale il solito infortunio guastafeste. Nella partita contro il Napoli, pochi minuti dopo aver siglato la rete del vantaggio, è stato costretto a lasciare il terreno di gioco per un problema all’adduttore. Dovrà stare fermo ancora venti giorni, almeno.

Qualche settimana fa Nenè aveva rivelato di aver faticato tanto per cercare di convincere il mister e conquistare la sua fiducia. E proprio per questo le dichiarazioni del suo agente hanno suonato parecchio strane.

Entrando nel dettaglio, pare effettivamente improbabile che, ammesso si possa concretizzare un ritorno in Brasile, ci sia qualche squadra carioca disposta ad accollarsi un cartellino così importante. Nenè, infatti, guadagna 500.000 euro a stagione, somma proibitiva anche per alcuni club della massima serie italiana (Cagliari compreso).

Per questa ragione, quindi, riteniamo di dover prendere con le pinze tali dichiarazioni, che suonano probabilmente come campanello d’allarme per il Presidente rossoblù Cellino, al fine di convincerlo a rinnovare ancora una volta (e con uno stipendio più elevato) il contratto del brasiliano.

La finestra di mercato è alle porte. In attesa di ufficialità, ci sentiamo di smentire queste voci. Staremo a vedere chi avrà ragione.