Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Cagliari e il problema degli scontri salvezza

I rossoblu hanno difficoltà a fare punti contro le squadre nella loro stessa situazione

Condividi su:

Il Cagliari ha un grosso problema con gli scontri salvezza. La posizione di classifica attuale è la somma di tanti fattori, ma salta all'occhio il fatto che i rossoblu non sono mai riusciti a strappare una vittoria di fronte a una diretta concorrente, eccetto la Sampdoria. 

Tolti i blucerchiati, contro cui si è vinto all'andata e al ritorno, i sardi non sono riusciti a fare tre punti contro nessun'altra squadra della bassa classifica. Soprattutto nei momenti clou, quando bisognava vincere a tutti i costi. L'abbiamo visto l'ultima volta contro il Genoa, prima contro lo Spezia, nel girone d'andata contro Salernitana e Venezia e pure contro l'Empoli. 

Quando si trattò di affrontare il Sassuolo si è giocato a viso aperto, così come, in precedenza, contro Napoli e Atalanta, mentre quando la posta in palio si alza è come se gli isolani non reggessero la pressione dell'incontro, e la paura di fare un passo falso si è trasformata in quel passo falso. 

Non aver vinto contro le ultime tre in classifica pesa molto, e potrebbe pesare ancora di più al termine della stagione. E proprio in questo rush finale il Cagliari dovrà giocare altri due scontri salvezza, prima contro la Salernitana e, alla 38esima, contro il Venezia. Tutte e due fuori casa. 

I campani sono in netta ripresa, sembravano spacciati fino a un mese fa, ma dopo l'arrivo di Nicola, esperto in salvezza miracolose (chiedere al Crotone) sono rinati, vincendo le ultime tre. E dopo il Verona, i rossoblu dovranno affrontarli. Il Venezia invece ha rallentato, e dopo un buon campionato adesso si ritrova ultimo, a -6 dalla safe zone, ma con una gara in più da giocare. I lagunari punteranno ad arrivare all'ultima partita, proprio contro Mazzarri e soci, ancora attaccati al treno. 

Ma il Cagliari non può permettersi questo, e la possibilità di scampare a questo destino è condensata in tre match. Il più importante sarà quello di Salerno, ma prima bisogna vincere contro il Verona, e poi sperare di strappare qualche punto all'Inter che vuole lo scudetto. 

Saranno gare tutte decisive, ma non ci si può permettere di perdere altri scontri salvezza, soprattutto ora che manca pochissimo alla fine.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook