Zeman e la giusta mossa per il gioco aereo. "Stravolgere" l'attacco per godere di maggiori soluzioni

Più soluzioni per il tecnico boemo specie in attacco

pubblicato il 04/09/2014 in Approfondimenti da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri

Marco Sau ha ripagato immediatamente la fiducia concessagli da mister Zeman realizzando il gol decisivo nel pareggio contro il Sassuolo. Il bomber di Tonara continua ad essere visto dal tecnico boemo come il terminale offensivo del Cagliari. In questo modo l'attaccante sardo si trova a giocare da prima punta, lo stesso ruolo in cui veniva schierato proprio da ZZ ai tempi di Foggia. In realtà durante la sua permanenza in Sardegna Sau ha giocato da ala o da seconda punta e dunque potrebbe anche essere dirottato sulla destra in un ruolo più abituale. In questo modo si libererebbe il ruolo di centravanti, che potrebbe essere occupato da Samuele Longo. Quest'ultima soluzione stravolgerebbe completamente il volto dei sardi in attacco. Longo è alto ben 186 cm e darebbe una nuova soluzione di gioco al Cagliari: il cross alto. La punta di Valdobbiabene potrebbe sfruttare la sua stazza per rendersi pericoloso di testa, sfruttando i cross dei vari Balzano, Avelar, Pisano, Cossu, ma anche dello stesso Sau. I due possono coesistere, non ci sono dubbi. Proprio nella partita contro il Sassuolo Longo, non appena sceso in campo, si è mostrato piuttosto propositivo e voglioso di fare. Dopo un precampionato con più ombre che luci ora Samuele vuole dimostrare a tutti quanto vale, magari con Sau sulla sua destra.