Cagliari, chi dei Nazionali a riposo contro il Toro?

Di Francesco potrebbe operare un mini turnover per far rifiatare chi ha speso molto durante la sosta: l'analisi

pubblicato il 16/10/2020 in Approfondimenti da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2020

Finita la sosta Nazionali, i rossoblu impegnati con i rispettivi Paesi tornano in Sardegna per concentrarsi sulla sfida in casa del Torino, in programma per questa domenica. Alcuni dei convocati hanno finito di giocare addirittura mercoledì, per cui Di Francesco potrebbe decidere di operare un mini turnover per far rifiatare più di un giocatore, lasciando fuori qualche titolare.  

Per Alessio Cragno non ci sono problemi: il numero 28, fresco di esordio con l'Italia di Macini, difenderà i pali contro i granata.

In difesa invece ci sono sia Godin che Walukiewicz che hanno speso tanto con le proprie Nazionali, per cui uno dei due (ma non entrambi) potrebbe riposare. Più probabile che sia il Farone a cedere lo scettro, dal momento che arriva questa mattina dal Sudamerica e i voli intercontinentali si sa, tra jet lag e tutto, tolgono non poche energie. Il centrale classe 2000 invece ha riposato durante l'ultimo match della Polonia, dunque è più in forma. Tuttavia, ci sono da considerare le condizioni di Ragnar Klavan, che nell'allenamento di ieri ha rimediato una contusione alla caviglia, che l'ha costretto ad abbandonare la seduta. A questo punto, salvo la scelta di Pisacane o Carboni, sia Godin che Walukiewicz potrebbero fare gli straordinari e scendere in campo all'Olimpico. Tutto dipenderà da Di Francesco.

C'è anche Lykogiannis che arriva dalle gare con la Grecia, ma è bello che riposato non avendo giocato: con ogni probabilità la fascia sinistra sarà sua, Tripaldelli permettendo.

A centrocampo invece tornano Marin, Nandez e Rog: il rumeno le ha disputate tutte ed è il maggior indiziato per stare in panca, nel caso al suo posto è pronto Oliva, che aspetta una chance per convincere il mister. Nandez pure non ne ha saltata una, in più arriva dall'altra parte del mondo, tuttavia ha sempre dimostrato una notevole capacità di recupero, per cui potrebbe giocare domenica. Anche la scorsa stagione scendeva in campo subito dopo gli impegni con l'Uruguay, quindi non sarebbe la prima volta. Rog invece ha fatto solo pochi minuti con la sua Croazia, per cui, salvo clamorose sorprese, sarà tra gli undici di Torino.

Davanti ci saranno due ballottaggi: Ounas-Sottil e Pavoletti-Simeone. Domenica potrebbe essere l'esordio dal primo minuto del franco algerino, mentre l'Azzurrino, che ha fatto molto bene con l'Under 21, potrebbe riposarsi. Occhio però che il numero 33 è in forma: Di Fra deciderà se sfruttare il buon momento oppure se dare spazio all'ex Napoli.

Poi ci sono le due punte: il Cholito o Pavoloso? L'argentino viene dal continente sudamericano e sarà stanco per il lungo viaggio, nonostante non abbia giocato con l'Albiceleste. Forse è arrivato il momento del bomber toscano, che da oltre un anno non vede una maglia da titolare. Una scelta per variare in attacco a vedere come si sposa l'ariete di Livorno con il 4-3-3.

I cambi ci sono, Di Francesco valuterà se chiedere ai suoi uno sforzo extra o lanciare chi per adesso ha giocato di meno. Restano solo tre giorni per decidere.