ALLA FACCIA DI MAZZOLENI!

Pessimo arbitraggio del fischietto bergamasco dopo le proteste della Roma della scorsa settimana: ma il Cagliari si dimostra più forte di tutto

pubblicato il 08/12/2018 in Approfondimenti da Davide Zedda/Fabio Loi
Condividi su:
Davide Zedda/Fabio Loi

Un 2-2 contro tutto e tutti. Il Cagliari compie l'impresa, rimontando la Roma e portando a casa un punto pesantissimo all'ultimo secondo. Contro tutto e tutti, appunto. Arbitro compreso.

Un risultato positivo nonostante i numeri che il Cagliari ha avuto con Mazzoleni (1 vinta, 7 pareggi e 9 sconfitte prima di oggi con i rossoblu n.d.r.).

Incomprensibile (eufemismo) l'arbitraggio del fischietto bergamasco al quale nel finale è completamente sfuggito il controllo della partita.

Il fallo di mano in piena area di Kolarov - seppur rivisto al Var - è stata la prima botta clamorosa al mento per il Cagliari per mano del direttore di gara.

Le due espulsioni di Srna e Ceppitelli hanno rappresentato poi la goccia che ha fatto traboccare il vaso in una gara dalle mille emozioni (incluso il gol di Sau a tempo scaduto) e dai tanti errori arbitrali che potenzialmente avrebbero danneggiato il Cagliari oltremisura, ma il cuore buttato oltre l'ostacolo ha avuto la meglio.

Dopo le proteste della scorsa settimana da parte della Roma (a dire del club giallorosso, danneggiati dalla direzione arbitrale contro l'Inter) ecco designato Mazzoleni (la bestia nera del Cagliari) per la gara della Sardegna Arena.

Tutto normale?