Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Cagliari, in gol i soliti noti

Solo tre rossoblù in gol in questo avvio di campionato: ora serve il contributo del resto della rosa

Condividi su:

Sempre loro, solo loro. In un Cagliari che sta visibilmente crescendo, ciò che più convince è la solidità difensiva dei rossoblù, che tendono a subire davvero pochi gol. Un grosso contributo lo sta offendo anche il portiere Alessio Cragno, che ha limitato al minimo le reti subite dagli uomini di Maran. In questo modo son bastato appena sette centri per raccogliere dieci punti in classifica, che valgono il momentaneo quattordicesimo posto.

C'è però una statistica piuttosto significativa riguardante la partecipazione della rosa del Cagliari alle realizzazioni della squadra. I sette gol portano la firma di solo tre giocatori: Pavoletti, andato in rete quattro volte, Joao Pedro con i suoi due squilli e Barella, con la sua punizione deviata da Pasalic contro l'Atalanta. 

Non esattamente una cooperativa, per una squadra che ha bisogno di trovare nuove soluzioni per sbloccare le gare: ancora a zero tutti gli attaccanti che non abbiano la numero 30, da Farias a Sau passando per Cerri. E se il Pata Castro si è reso fondamentale in zona assist, fino ad oggi sono mancati i suoi sigilli, che lo hanno sempre contraddistinto durante la sua carriera, essendo un giocatore da 4-5 gol a campionato.

Ancora a secco i difensori, che nelle passate stagioni avevamo dato una grossa mano: ci si aspettava e ci si aspetta tanto da Srna, con la sua facilità di calcio, ma anche il suo omologo Faragò ha a dimostrato di poter essere pericoloso coi suoi inserimenti (discorso simile per Padoin). E perché no, magari una zuccata di un centrale, a maggior ragione ora che è tornato a disposizione uno specialista come Ceppitelli.

Condividi su:

Seguici su Facebook