Rastelli: "Bravi i ragazzi, devastanti sulle fasce. Il gol? A volte ci sono favori, altre no"

Le parole del tecnico rossoblù in conferenza stampa

pubblicato il 19/09/2015 in Ultim'ora da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)

In conferenza stampa allo Stadio Sant'Elia si presenta il tecnico rossoblù Massimo Rastelli. L'ex della partita (ha allenato l'Avellino nelle ultime tre stagioni) ha commentato così la il match vinto dai suoi 2-1:

"Siamo stati poco lucidi nella gestione della palla. Comunque c'e molto caldo e i ragazzi hanno faticato tanto. Dovete capire che questi giocatori hanno molte pressioni perché sanno quale sia la posta in gioco: la psicologia è molto importante. Vincere aiuta.

Dobbiamo lavorare molto sul fatto che quando abbiamo palla ce la facciamo rubare. Dobbiamo stare più attenti. Rispetto a Terni avrei potuto tenere Farias in campo un po' di più.

Il gol? Non l'ho ancora rivisto. In tanti anni ad Avellino ho subito tanti torti ma i ragazzi sono stati molto bravi e l'azione forse era difficile da leggere. A volte ci sono favori, altre no. È il calcio.

Questa partita per me era particolare: ma era Cagliari-Avellino, non Rastelli-Avellino. Ma è una partita come tutte le altre, non vale di più. Cerri? Sta lavorando bene ma devo fare scelte in base a ciò che mi serve per quella partita. Ho dovuto fare un cambio forzato, quello di Pisacane e anche quello di Farias è stato un po' forzato. L'ultimo cambio me lo sono conservato e ho preferito Giannetti.

In vista dell'Entella ho già in testa quelli che potranno essere i cambi e per fortuna l'organico che ho me lo permette. Ho giocatori che scalpitano e tutti devono sentirsi protagonisti.

Murru e Deiola? Ho detto loro di entrare subito in partita, loro sanno cosa fare. Gli ho detto di essere positivi e di non giocare pensando che la gara fosse già chiusa. Hanno fatto bene.

Abbiamo sofferto il fatto che Di Gennaro sarebbe stato molto marcato, perciò ci siamo affidati alle fasce ed è li che siamo stati devastanti".