Sconvolts, nuovo comunicato: "Guerra ancora lunga, ma stiamo vincendo"

"Nuove battaglie contro chi ci vuole morti"

pubblicato il 24/09/2017 in Ultim'ora da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Nuovo comunicato degli Svonvolts fatto circolare prima della gara contro il Chevo fuori dalla Sardegna Arena:

Ragazzi, con questo volantino vogliamo porre all'attenzione di tutti quello che sta succedendo negli ultimi tempi, che per noi ha una estrema importanza in termini di LIBERTA' ULTRAS. Finalmente, dopo anni di battaglie legali, di rinunce, di diffide e abusi vari, piano piano si sta tornando a ciò che un tempo era la normalità e che nel resto d'Europa lo è da sempre: se ancora qualcuno non se ne fosse accorto, la linfa vitale del nostro Essere Ultras è di nuovo parzialmente (dipende dallo stadio), la TRASFERTA. Già dalla trasferta di Ferrara, il Gruppo ha finalmente e nuovamente messo piede in uno stadio del continente in Campionato, ed altre ce ne saranno; quello che vorremmo è ovviamente, anche in relazione al fatto che non saranno tantissime, una partecipazione massiccia ogni qual volta il nostro vessillo potrà liberamente essere esposto negli stadi italiani, senza permessi, senza compromessi, da Ultras, per come è la nostra concezione!

Inutile che ci giriamo intorno ragazzi , è il momento di far vedere che GLI SCONVOLTS CI SONO, HANNO LOTTATO, LOTTANO E, SEPPUR LA GUERRA E' ANCORA LUNGA, STIAMO VINCENDO QUESTA BATTAGLIA!

Per molti di noi sarà l'occasione di riprovare emozioni oramai lontane, per altri magari sarà la "prima", però una cosa ci accomuna tutti: LA PASSIONE PER IL CAGLIARI E LA VOGLIA DI SEGUIRLO OVUNQUE!! Da questo punto fondamentale ripartiamo, decisi più che mai a crescere, sperando sempre che i risultati della squadra vadano di pari passo, consapevoli che dobbiamo e vogliamo fare tanto ancora per riacquistare per intero i nostri diritti, che altro non sono che quelli dei liberi cittadini.

Dobbiamo restare uniti, darci una mano a vicenda, per cantare e sostenere come per partire in trasferta, come in casi di aiuti concreti tipo quello che è stato organizzato oggi in curva, con una raccolta fondi per provare a fare giustizia per i ragazzi diffidati, che per tenere alto l'onore di Cagliari, oggi non ci saranno, SI CANTA E SI PARTE ANCHE PER LORO. Poco altro da aggiungere, facciamo vedere e dimostriamo ancor più a chi ci vuole morti che il Gruppo è pronto a nuove battaglie, da 30 anni e per sempre! Cagliari-Chievo 24 settembre 2017