Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cagliari, importante vittoria nel segno di Rangel e di un super Carboni

I rossoblù vittoriosi contro la Virtus Lanciano

Condividi su:

Monastir - Dal nostro inviato Pietro Piga

Pomeriggio bagnato ma fortunato per il Cagliari, che sul neutro di Monastir torna alla vittoria imponendosi sulla Virtus Lanciano. Tre punti che mancavano dalla settima giornata del girone di andata contro il Pescara (3-0, doppietta Loi e Murgia). Con questo successo i rossoblù salgono a quota 15 punti in classifica. Gli abruzzesi, invece, rimangono all’ultimo posto con 4 punti.

Primo tempo

Gli uomini guidati da Pusceddu partono forte: al 3’, Scanu libera un destro dal limite dell’area che sorvola la traversa; due minuti più tardi, invece, Terbeshi rischia di commettere una frittata, tardando l’esecuzione del calcio di rinvio, colpendo la schiena di Serra che per poco non la mette dentro. Il primo sussulto degli ospiti arriva al 13’ con una conclusione al volo di Paudice dopo una corta respinta della retroguardia sarda, che trova però l’agevole intervento di Carboni. I rossoblù insistono, e al 20’ sbloccano il match: Serra pennella direttamente da calcio di punizione un pallone insidioso che viene disinnescato dall’uscita con i pugni di Terbeshi. Respinta che viene raccolta al limite da Caio Rangel, che con una precisa botta trafigge l’estremo difensore albanese e porta sull’1-0 il Cagliari. La compagine di mister Alfieri accusa il colpo, lasciando l’iniziativa ai padroni di casa, che vanno vicini al raddoppio in due circostanze: prima, Caio Rangel raccoglie la sponda di Anedda chiamando agli straordinari Terbeshi che devia in angolo, poi Pinna dopo un’azione solitaria svirgola all’interno dell’area. Siamo al 38’ e, sul ribaltamento di fronte, Arca stende Carpentieri: il direttore di gara, senza pensarci su due volte, indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta lo stesso Carpentieri, ma Carboni è eccezionale tuffandosi sulla sua sinistra respingendo il tiro. Prima del duplice fischio c’è spazio per un’altra chance, questa volta per Scanu, che sfrutta l’assist a rimorchio di Caio Rangel, calciando di prima intenzione, senza però centrare lo specchio della porta.

Secondo tempo 

La Virtus Lanciano torna sul terreno di gioco con le intenzioni chiare: prendere in mano le redini del gioco e cercare il pareggio. Dopo un giro di lancetta, sulla lunga gittata dalla rimessa laterale di Giancristofaro, Fioretti fa a spallate con il suo diretto avversario, si gira in un fazzoletto nell’area piccola e scaglia una sassata che Carboni smanaccia in corner. Sul seguente calcio d’angolo, stacca più in alto di tutti Mastropietro, sfera che si spegne sul fondo. Al 50’, su schema da calcio di punizione, il Cagliari si fa vedere dalle parti di Terbeshi: spiovente in area di Caio Rangel, palla sui piedi di Scanu, incrocio sfiorato per questione di centimetri. Ancora rossoblù, sempre con Caio Rangel, in questo caso da calcio d’angolo, creano qualche grattacapo a Terbeshi, non perfetto nella presa alta. La squadra guidata da Pusceddu cala fisicamente a metà ripresa, favorendo le sortite offensivo degli ospiti, che si vedono negare la gioia dell’1-1 da due interventi provvidenziali, prima di Granara e poi di Carboni. Sul finale, doppia opportunità per il Cagliari: il tentativo di Muroni viene sporcato da un difensore, la traiettoria della sfera cambia direzione favorendo il neo entrato Piras, che in tuffo di testa non riesce a colpire nel giusto modo. Poi, nel terzo dei quattro minuto di recupero, ancora Piras cerca la fortuna con un radente che va abbondantemente largo.

IL TABELLINO

CAGLIARI (3-5-2): Carboni, Pinna, Arca, Scanu, Cappai, Granara, Caio Rangel (87’ Usai), Loi, Anedda (85’ Piras), Muroni, Serra (66’ Solinas). A disposizione: Cherchi, Scintu, Contu, Murgia. Allenatore: Pusceddu.

VIRTUS LANCIANO (4-4-2): Terbeshi, Bei, Caruso, Mastropietro (85’ Di Biase), Paudice (75’ Ascione), Giancristofaro, Napolitano, Serafini, Fioretti, Carpentieri, Riccucci. A disposizione: Di Tollo, Ambrosino, Console, Borriello, Scutti. Allenatore: Alfieri.

Arbitro: Colarossi di Roma 2.

Marcatori: 20’ Caio Rangel.

Ammoniti: 59’ Giancristofaro, 92’ Arca.

Condividi su:

Seguici su Facebook