Cagliari, la stagione dei rimpianti: sono 10 i punti che urlano vendetta

Tanti i punti lasciati per strada dalla compagine isolana

pubblicato il 09/04/2015 in Numeri e Statistiche da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori

È vero che con i se e con i ma non si va da nessuna parte, però: dove ha sbagliato il Cagliari nelle partite fin qui disputate? E, soprattutto, se non ci fossero state le ingenuità di cui i rossoblù si sono spesso macchiati in questa stagione, sarebbero in una posizione di classifica più tranquilla? Noi siamo andati ad analizzare le gare in cui la squadra di Zeman ha perso punti preziosi (non vengono considerati gli errori arbitrali):

Iniziamo dalla seconda giornata: Cagliari – Atalanta, finita con il risultato di 1 – 2 e in cui i rossoblù avrebbero potuto benissimo conquistare un punto. Le palle gol sbagliate in quella partita erano state numerosissime. (Manca 1 punto, almeno).

Quarta giornata: Cagliari – Torino, anche questa gara finita con il risultato di 1 – 2. Diverse occasioni da rete fallite, tanti rimpianti e zero punti. Anche qui un punto sarebbe stato tranquillamente alla portata dei rossoblù. (Manca 1 punto).

Sesta giornata: Verona – Cagliari, 1 – 0 all’89’ e troppo poco tempo per provare a portare il risultato su binari più favorevoli. (Manca 1 punto).

Nona giornata: Cagliari – Milan, gara finita sull’1 – 1 ma la squadra di Zeman dimostrò di essere decisamente più in forma di quella di Pippo Inzaghi e i tre punti sarebbero stati assolutamente meritati, non fosse stato per un’invenzione (o errore nel cross) di Jack Bonaventura. (Mancano 2 punti).

Ventunesima giornata: Atalanta – Cagliari, terminata sul 2 – 1 grazie a un gol dell’ex Pinilla al 93’. Che altro c’è da dire? (Manca 1 punto).

Ventiduesima giornata: Cagliari – Roma, finita 1 – 2 con un gol dei rossoblù al 95’. Troppo tardi per rimontare, ma la prestazione dei sardi avrebbe meritato miglior sorte. (Manca 1 punto).

Ventisettesima giornata: Cagliari – Empoli, 1 – 1 dei toscani al 93’. E i sardi, che speravano nella prima vittoria in casa della gestione Zeman, ancora si sognano quel gol dell’ex Vecino… (Mancano 2 punti).

Ventottesima giornata: Milan – Cagliari, finita 3 – 1 ma, al di là del rigore inesistente, i rossoblù recriminano per una prestazione che, contro i rossoneri in piena crisi, poteva portare ai sardi almeno un altro punticino. (Manca 1 punto).

Se si sommassero tutti i punti “persi” per strada dal Cagliari si otterrebbe un numero a due cifre. Sarebbero, infatti, dieci i punti in più che i rossoblù avrebbero in classifica: sarebbero esattamente diciassettesimi a quota 31 punti, tra l’Atalanta (che però, in virtù dei risultati “cambiati” in questo pezzo non avrebbe 26 punti ma 22, perché non avrebbe vinto entrambe le gare ma le avrebbe pareggiate), che sarebbe a pari punti con il Cesena, e il Chievo a quota 32. Sarebbe davvero una bella classifica!

E voi che ne pensate? Pensate che si potrebbero aggiungere altre gare a questa lista?