Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Conti, la Nazionale, l'amore per il Cagliari

il Capitano si confida

Condividi su:

Daniele Conti uomo leader, grande capitano, trascinatore della squadra, uomo simbolo, esempio per tutti i compagni. Lo è stato ancor più ieri pomeriggio durante la difficile partita contro il Torino, prendendosi sule spalle la squadra e portandola alla vittoria grazie a due calci di punizione: uno allo scadere del primo tempo, l'altro allo scadere della gara. Ma il buon Daniele resta comunque sempre umile e riguardo al primo gol afferma:

"Sulla prima punizione non ho calciato benissimo, è stato bravo Dessena a creare il varco nella barriera. Sulla seconda, invece, dico che ho tirato perfettamente. E’ uscita fuori una botta potente, che non ha subito deviazioni. La palla, con l’aiuto del vento, è finita in rete".

Il centrocampista rossoblù ha nuovamente puntio il Toro di Ventura:

"No, non ce l’ho con i granata. Il calcio è questo, capita. Ventura? Non è mai stato mio amico, ma io ripeto, penso solo al bene del mio Cagliari".

Conti non è mai stato convocato in Nazionele:

"La mia nazionale è il Cagliari, penso solo alla mia squadra. Non so perché mi capita di segnare spesso in extremis. Succede ma non posso certo dare una spiegazione. Di certo non è perché corro più degli altri".

Condividi su:

Seguici su Facebook