Carlo Mazzone e la sua commovente lettera aperta ai sardi

Alluvione: interviene anche l'ex indimenticato allenatore del Cagliari Carlo Mazzone attraverso una lettera aperta a dir poco commovente dedicata a tutti i sardi

pubblicato il 24/11/2013 in News da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
Carletto Mazzone

Carlo (Carletto Mazzone) è senza ombra di dubbio uno degli allenatori che più è rimasto nella storia del Cagliari e nel cuore dei tifosi. Indimenticabile il suo Cagliari post Ranieri capace, prima di una bella salvezza, poi di un’incredibile qualificazione UEFA nella stagione 1992/1993. Così come resta indelebile nel cuore di tutti i tifosi rossoblù il drammatico spareggio del San Paolo. In panchina c’era lui, Mazzone, che non si diede pace per la sua prima retrocessione in serie B, lui specialista in salvezze, non riuscì nell’impresa proprio con il Cagliari, squadra che porta nel cuore come porta nel cuore la gente di Sardegna. E così anziché un commento tecnico pre partita su Roma Cagliari, preferisce una lettera aperta dedicata alle vittime dell’alluvione, ai sardi e alla Sardegna tutta. Una lettera commuovente, che ci ricorda quanto Cerletto sia ancora legato alla nostra isola. Ecco il messaggio di Carlo Mazzone:

Caro Direttore Voglio mandare un messaggio di affetto al presidente Cellino, a tutta la squadra del Cagliari, che ho allenato, ma sopratutto alla Sardegna intera. In questo momento sono umanamente vicino alle famiglie colpite dall'alluvione, ma anche a tutta la regione che sta vivendo il loro dramma. Mi chiedete di Roma-Cagliari ma sono ancora emozionato per quello che è successo, non riesco ad affrontare un discorso tecnico relativamente alla partita. La tragedia che è capitata è un fatto troppo grande. Penso che in questi momenti il calcio venga dopo, ma non solo il calcio. Potrà suonare come una frase fatta ma è la realtà. L'alluvione che si è abbattuto sulla Sardegna mi e ci obbliga a riflettere, e francamente tutte le altre circostanze come la partita passano in secondo piano. Spero di trovare un modo per aiutare la gente colpita dalla disgrazia, bisogna fare di tutto per stare vicino alle vittime.

Carlo Mazzone

(Fonte: ilsussidiario.net)