Per Cellino son dolori!

McDermott resta in panchina

pubblicato il 01/02/2014 in News da fonte: italpress
Condividi su:
fonte: italpress

A voler fare una battuta, 'niente Festa al Leeds'. L'arrivo di Massimo Cellino come nuovo proprietario - oggi la GFH Capital ha confermato la cessione del 75% della società alla Eleonora Sport Ltd della famiglia del patron del Cagliari - sembra aver portato il club nel caos. Ieri c'era stato l'esonero del manager Brian McDermott con Gianluca Festa principale indiziato a prendere il posto e la 'ribellione' dei tifosi, che si sono presentati a Elland Road per ottenere un confronto con Cellino e protestare contro la decisione di cacciare l'allenatore. Lo stesso capitano della squadra, Ross McCormack, è andato in tv schierandosi al fianco del tecnico arrivato lo scorso aprile e due sponsor, Enterprise Insurance e Flamingo Lan, hanno minacciato di venire meno agli accordi. Oggi la quiete dopo la tempesta, anzi, la tempesta sembra non esserci mai stata. Il Leeds ha fatto sapere in una nota non solo che McDermott resta alla guida della squadra ma che "non è stato esonerato come è stato suggerito. Non vediamo l'ora di andare avanti con lui". In realtà lo stesso McDermott aveva raccontato ieri di aver ricevuto la notizia dell'esonero e in occasione della vittoria per 5-1 sull'Huddersfield, primo successo dopo 8 gare, è andato in panchina il suo vice Nigel Gibbs. A questo punto resta in stand-by Gianluca Festa, indicato come il futuro allenatore del Leeds dalla stampa inglese e non solo. Lo stesso Cellino, in un'intervista pubblicata ieri, dichiarava che l'esonero di McDermott era l'unica scelta possibile "perché voglio un allenatore, non un manager" e aveva aperto all'arrivo di Festa: "Gianluca è un bravo ragazzo anche se non era nei miei piani prima di questa situazione".