Dessena: "Cagliari la mia ragione di vita. Da brividi i cori del Sant'Elia"

Le parole del centrocampista e capitano rossoblù

pubblicato il 09/09/2015 in News da Marco Zucca (inviato)
Condividi su:
Marco Zucca (inviato)

Capitan Dessena è presente nella sede Sky di Cagliari e anche lui parla a margine della conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni:

"Sono partito con un pò di ansia. Ci ho fatto una ragione di vita, perché sento Cagliari come casa mia. Da quando sono arrivato a Cagliari, mi hanno insegnato ad amarla. Le persone mi hanno dato tanto, oltre al calcio, e questo cerco di trasmetterlo. Indossiamo una maglia importante, che è tutto per i nostri tifosi. Cagliari è tutto. La retrocessione è archiviata, bisogna pensarla così se si vuole vincere. Il pubblico ci ha dato una grossa mano, è stato bello, stimolante.

Da brividi il finale con i cori "Serie A, Serie A", non tanto a livello tecnico ma come mentalità. Si è vista una squadra che ha voglia di correre più dell'avversario. L'impatto visivo ed emozionale è stato devastante. Tanti giovani sono entrati nei meccanismi, in breve tempo si è instaurato un entusiasmo fuori dal normale".