Nuovo Stadio Cagliari, inizio lavori previsto per il 2022

Accordo raggiunto con il gruppo Costim

pubblicato il 03/05/2021 in News da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Passi avanti per il nuovo stadio del Cagliari. Oggi il club rossoblu ha comunicato che è stato raggiunto un accordo con il gruppo Costim, General Contractor italiano che affiancherà la società come partner industriale e soggetto costruttore per la costruzione della prossima casa dei sardi.

Costim parteciperà insieme al Cagliari Calcio e a Sportium per la gara pubblica internazionale che dovrà essere indetta dal Comune per l'affidamento dell'intervento. Si confida che i lavori per il nuovo stadio, nel rispetto delle tempistiche previste dalle procedure amministrative in corso, inizino nel 2022 per poi concludersi dopo 24 mesi. Costim, che si regge su tre società importanti quali Impresa Percassi S.p.A., Gualini S.p.A. ed Elmet S.r.l., permetterà di ottimizzare e valorizzare tutti i processi inerenti per la realizzazione del progetto.

Per la definizione della joint venture il Cagliari Calcio si è avvalso dell’assistenza di Chiomenti che, attraverso un team di professionisti guidato dall’Avv. Marco Cerritelli, affianca il Club in questa complessa e pioneristica iniziativa sin dalla fase di presentazione della proposta. Costim verrà affiancata dallo Studio Gatti Pavesi Bianchi Lodovici, con un team coordinato dall'Avv. Franco Barucci.

Così il club rossoblu in una nota all'interno del comunicato ufficiale:

"Il viaggio rossoblù verso la nuova casa assume un’accelerazione positiva e decisiva, sostenuta anche dalle attività per la puntuale definizione del modello di finanziamento dell’opera per le quali l’Istituto per il Credito Sportivo segue con attenzione da tempo l’iniziativa e sta già collaborando con il Cagliari Calcio.

Il Club è orgoglioso che con questo accordo il futuro si avvicini, attraverso un percorso caratterizzato anche da un sistematico e costruttivo confronto istituzionale, caratterizzato dalla condivisione di strumenti e obiettivi con Regione Sardegna e Comune di Cagliari, che sta consentendo la realizzazione di un’opera ambiziosa, affascinante e fortemente identitaria, simbolo e orgoglio della Sardegna e del suo Popolo, contribuendo anche allo sviluppo generale del sistema calcio in Italia grazie ai capisaldi dell’innovazione e della sostenibilità ad ampio spettro".