Caso Nandez, accordo ad un passo e inserimento clausola rescissoria da 40 milioni

Le parti limano gli ultimi dettagli

pubblicato il 19/01/2020 in News da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2019

Dopo il rinvio (dal 14 gennaio al 14 febbraio) della prima udienza presso il Tribunale di Cagliari (sezione civile Giudice Greco), per permettere alle parti in causa (Goal Serice Consulting e Cagliari Calcio) di poter mediare, il "Caso Nandez" potrebbe presto sgonfiarsi definitivamente, e non solo per la questione legata ai diritti di imagine. Questo perché contestualmente c'è quella avanzata dal calciatore per l'annullamento del contratto e quello per le discrepanze tra ingaggio lordo e netto sul compenso spettante all'uruguaiano.

Si tratta - Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, le parti (attraverso i rispettivi legali) sarebbero ormai ad un passo dall'accordo, dalla stretta di mano e dall'abbandonare qualsiasi aula di tribunale.

Ma non solo, perché il nuovo accodo strizza decisamente l'occhio al sodalizio rossoblù: si va infatti verso l'inserimento nel contratto del calciatore (costato 18 milioni) di una clausola rescissoria pari a 40 milioni di euro che permetterà al Cagliari di monetizzare al massimo la futura cessione di Nandez. Cifrà che sarà anche da stimolo per lo stesso Nandez, chiamato a dare sempre il massimo fuori e dentro il campo per attirare le attenzioni (che già esistono) delle diverse big a lui interessate, che per poterlo strappare ai sardi dovranno quindi sborsare una cifra decisamente considerevole.