Accuse infondate, il legale di Nández pronto a scaricare il calciatore

Il Cagliari Calcio gode di un contratto inattaccabile: la causa contro il club rossoblu persa in partenza

pubblicato il 29/12/2019 in News da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2019

È stata fissata - come raccontatovi - per la data del 14 gennaio 2020 (di martedì, ore 10:00) la prima udienza presso il Tribunale di Cagliari (sezione civile, Giudice Dott. Greco) tra la Goal Service Consulting e la Cagliari Calcio, chiamata in giudizio dalla suddetta, per presunte irregolarità sui diritti di immagine di Nahitan Nández con la società sarda accusata di aver acquisito i diritti d’immagine del calciatore non rispettando tutti i passaggi necessari. 

La clamorosa novità - Lo studio legale cagliaritano incaricato di tutelare gli interessi di Nández, starebbe seriamente pensando (e potrebbe farlo già nella giornata di domani, lunedì), di “scaricare” il calciatore rinunciando al mandato assegnatogli.

Questo perché (così come riportato da L’Unione Sarda) la causa rischia di essere persa in partenza, sia per il contratto a “prova di bomba” sottoscritto dal calciatore con il Cagliari, nonché per una serie di istanze basate sulla parola e non dimostrabili documenti alla mano. E non per ultimo, per importanti divergenze con il calciatore e sul Entourage, circa la linea processuale da portare avanti.

Così fosse, Nández (nonché il “regista” dell’azione legale Pablo Bentancur, agente del calciatore) sarebbe costretto a rivolgersi ad un altro legale in vista dell’udienza del 14 gennaio, oppure (eventualmente) comunicare al Giudice la rinuncia alla causa.