Sau: "Pronto al riscatto. Zeman? Valorizza gli attaccanti"

Le parole di Sau dal ritiro di Sappada

pubblicato il 17/07/2014 in News da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
Marco Sau

Stagione 2010/2011: con la maglia del Foggia Marco Sau riesce a timbrare il cartellino 20 volte in 33 partite, grazie anche e soprattutto al gioco spettacolare e offensivo del mister Zeman.
Con il tecnico boemo, che ha ne saputo esaltare al meglio le caratteristiche, è stato amore a prima vista, e il talento di Tonara ha avuto modo di essere proiettato nel calcio che conta. Dopo l’esperienza con la maglia rossonera l’exploit a Castellamare di Stabia gli ha consentito di guadagnare un posto nel reparto offensivo della sua squadra del cuore, il Cagliari.
Quest’estate la scelta da parte del neo presidente Giulini di portare Zeman in terra sarda è stata accolta con entusiasmo da parte di Sau, pronto a dare il massimo per ottenere una maglia da titolare. Queste la sue parole dal ritiro di Sappada:
“Mi fa piacere tornare a lavorare con lui. Conoscere i suoi metodi è un vantaggio, ma proprio per il fatto che lo conosco bene so che non avrò il posto assicurato. Sicuramente i suoi schemi valorizzano gli attaccanti, con lui la prima punta deve avere non solo fisicità, basta essere veloci e sfruttare le occasioni. Il mister chiede di giocare semplice, tagliare, effettuare movimenti, attaccare gli spazi, ma anche fornire un contributo in fase difensiva. L'anno scorso la mia stagione non è stata positiva, mi hanno condizionato problemi fisici e comunque tutta la squadra non ha reso al meglio. Sono arrivati giovani interessanti che sapranno inserirsi bene”.