SFORTUNATI E SCONFITTI

Barella non brilla, vince la Polonia 1-0. La cronaca

pubblicato il 19/06/2019 in Nazionali da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2018

L’Italia parte a mille e nei primi 5’ ci prova subito con Pellegrini e Chiesa: il tiro del primo è un po’ debole, quello del numero 14 invece è più velenoso ma si spegne di poco a lato.

La Polonia prova a reagire all’onda azzurra con Bielik, ma il suo tiro è sporcato da Mandragora, pericolo scampato. Da lì in poi sarà sempre e solo Italia.

Al 20' incursione in area di Chiesa, su un rimpallo Pellegrini calcia alto di collo esterno da posizione più che invitante. Poco dopo, la prima vera occasione del match: cross al centro di Adjapong che a destra spinge in continuazione, la palla arriva a Chiesa che sbatte però contro il muro Grabara.

Alla mezz’ora è invece Mandragora ad aver un’altra palla gol, ma il capitano colpisce malissimo e si divora un rigore in movimento.Al 33' Barella ci prova da fuori col sinistro, giro sbagliato.

Al 40' vantaggio a sorpresa della Polonia. Sugli sviluppi di una punizione Bielik si coordina e di sinistro batte Meret, non impeccabile. Nel finale Orsolini pareggia con un bel sinistro, ma partiva in fuorigioco, gol annullato. 

Nella ripresa gli Azzurrini partono meno carichi, complice un primo tempo in cui si è speso tanto.

Al 50' Pellegrini si gira in area, palla sopra la traversa, prima occasione da gol della ripresa.

L'Italia continua sempre ad attaccare, Chiesa al volo ma Grabara straordinario dice di no. La scatola polacca non si apre. 

C'è ancora tempo poi per Bastoni che da pochi passi spara alto sugli sviluppi di un calcio d'angolo, e poi Pellegrini becca il palo con una botta da fuori.

Entrano Tonali e Zaniolo per cambiare le carte in tavola, ma non basta.

L'Italia esce sconfitta a sorpresa, la Polonia si prende la testa del girone.