Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

AMARA SCONFITTA

Gol di Sottil, il Cagliari crolla nel finale: 3-1 Inter

Condividi su:

Da parte di Antonello Cossu è tutto, un saluto ed un ringraziamento ai lettori da parte della redazione di www.blogcagliaricalcio1920.net. Rimanete collegati per le pagelle e le dichiarazioni dei protagonisti nel dopo gara.

Triplice fischio di Pasqua! L'Inter sconfigge il Cagliari in rimonta col risultato di 3-1: rete di Sottil per i sardi e di Barella, D'Ambrosio e Lukaku per i lombardi. Amara sconfitta per i rossoblù che erano avanti di un gol a un quarto d'ora dalla fine.

94' Lukaku firma il 3-1! Game, set and match neroazzurro! L'attaccante belga sfrutta l'assenza di Cragno dalla porta per segnare un gol semplice ma importantissimo! Risultato in ghiaccio per l'Inter!

90' 5 minuti di recupero assegnati da Pasqua.

89' Esce Carboni per Simeone, Cagliari a trazione anteriore in questo finale.

89' Errore clamoroso di Cerri che si divora il 2-2! L'attaccante rossoblù manca il tap-in vincente a pochi metri dalla linea sprecando un'occasione d'oro per impattare il pareggio! Che brivido per Handanovic!

88' Lukaku supera Carboni di forza e calcia col sinistro, trovando la pronta risposta di piede di Cragno.

84' Inter in vantaggio proprio con D'Ambrosio! Colpo di testa del neo entrato su cross di Barella e palla in fondo al sacco! Cagliari sotto dopo 77 minuti a condurre la gara. Non benissimo Cragno nell'occasione. Simeone si prepara ad entrare in campo.

83' Ultimo cambio per Conte: fuori Hakimi per infortunio e dentro D'Ambrosio.

81' Meno di dieci minuti alla fine del match: parziale sull1-1 grazie alle reti firmate da Sottil e Barella.

78' Pareggio dell'Inter, Barella! Segna proprio l'ex di turno con una splendida volee di destro che batte l'incolpevole Cragno! Parità ristabilita alla Sardegna Arena, Cagliari-Inter 1-1!

77' Tiro di Sensi fuori di pochissimo! Inter vicinissimo al pareggio, Cragno immobile dopo la deviazione provvidenziale di Klavan! Corner.

76' Handanovic para il tiro di Joao Pedro! Ma c'era fuorigioco precedente di Alberto Cerri, punizione Inter.

75' Sostituzione per Di Francesco: fuori Pavoletti e dentro Alberto Cerri.

72' Cambio nell'Inter: fuori Bastoni e dentro Lautaro Martinez, neroazzurri ultra offensivi ora.

71'     Entrata in ritardo di Pavoletti su Bastoni, cartellino giallo per lui.

68' Cambi nel Cagliari: fuori Sottil e Faragò, dentro Nandez e Klavan.

67' Traversone basso di Hakimi per l'accorrente Sensi che spara alto. Buona occasione per l'Inter.

64' Contatto dolorosissimo tra Barella e Rog in seguito ad un duello di testa. Gioco fermo, calcio di punizione per l'Inter.

61' Cross di Hakimi da destra, Faragò chiude in calcio d'angolo senza rischiare niente.

59' Young riceve sulla sinistra, entra in area e calcia col sinistro verso la porta: Cragno vola e si rifugia in angolo.

58' Cambi nell'Inter: fuori Eriksen e Darmian, dentro Sensi e Young.

55' Cross di Lykogiannis da sinistra deviato da Skriniar, blocca Handanovic.

52' Conclusione di Joao Pedro arrivata al termine di una potenziale azione molto pericolosa condotta 3 contro 3. Skriniar regge bene e smorza il tiro del brasiliano che si spegne docile tra le braccia di Handanovic.

50' Cross proveniente da sinistra e girata al volo di Skriniar deviata da Carboni. Pasqua non vede e assegna la rimessa dal fondo al Cagliari.

49' Fallo di Pavoletti su Bastoni, calcio di punizione per l'Inter all'altezza del centrocampo.

46' Inizia la ripresa, pallone mosso dal Cagliari.

Cambio nell'intervallo per Conte: fuori Perisic e dentro Hakimi.

47' Finisce il primo tempo di Cagliari-Inter: rossoblù in vantaggio 1-0 grazie al gol strepitoso firmato da Sottil. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

46' Cagliari vicinissimo al raddoppio con Pavoletti! L'attaccante rossoblù manca il 2-0 in spaccata da pochi metri graziando Handanovic! Rossoblù improvvisamente pericolosissimi!

45' 2 minuti di recupero assegnati da Pasqua,

43' Risposta di Perisic! Il croato entra in area di rigore e da zona defilata calcia sul fondo.

42' Cagliari in vantaggio con Sottil al primo vero tiro in porta! Gol strepitoso dell'esterno ex Fiorentina che raccoglie la ribattuta della propria precedente conclusione e con un sinistro al volo batte Handanovic! Cagliari avanti a sopresa alla Sardegna Arena, 0-1!

39' Pavoletti a terra in seguito ad uno scontro con de Vrij. La punta si rialza senza peoblemi ed il Cagliari restituisce palla ai neroazzurri.

36' Il Cagliari per ora regge in difesa ma fatica a proporsi in avanti a causa del pressing feroce dell'Inter.

33' Tanto agonismo in campo, Barella a terra in seguito ad un intervento regolare di Rog. Pasqua ferma il gioco per permettere l'entrata in campo dei soccorritori.

30' Carica di Lukaku su Cragno impegnato in uscita, Pasqua assegna un calcio di punizione al Cagliari.

27' Più di metà della prima frazione se n'è andata, parziale ancora bloccato sullo 0-0 soprattutto grazie alle grandi parate di Cragno.

24' Sanchez semina il panico in area di rigore e poi esplode un destro incrociato su cui Cragno compie il terzo miracolo del suo primo tempo! 

22' Destro innocuo di Rog che termina largo alla destra di Handanovic.

19' Fase della partita in cui l'Inter preme sulla trequarti difensiva sarda, il Cagliari non riesce più da qualche minuto ad uscire efficacemente dalla propria metà campo.

16'     Cartellino giallo per Darmian, redo di aver colpito duramente Riccardo Sottil.

15' Sanchez svetta di testa dentro l'area e costringe Cragno a respingere il pallone con i piedi. Grande inizio dell'Inter!

14' Cragno si distende e ferma Lukaku! Altra conclusione mancina dell'attaccante belga, servito da Sanchez, e altra parata di Cragno che mantiene il risultato sullo 0-0!

10'     Ammonizione per Faragò, fallo su Perisic.

9' Doppio miracolo di Cragno! Il portiere del Cagliari compie un doppio grande intervento salva risultato prima sul mancino di Lukaku e poi sulla ribattuta di Eriksen, in seconda battuta aiutato anche da Walukiewicz! Brivido per i rossoblù, Inter vicina al vantaggio!

8' Ottimo controllo di petto di Pavoletti e destro incrociato, chiude Skriniar. Angolo per il Cagliari.

6' Lykogiannis scappa sulla sinistra e mette in mezzo un traversone per Pavoletti che De Vrij allontana in anticipo.

3' Fallo di Darmian su Lykogiannis impegnato in chiusura, punizione per Cragno.

1' La partita è iniziata!

Si celebra un minuto di silenzio in omaggio alla scomparsa di Paolo Rossi, eroe del "Mundial" targato 1982 vinto dagli azzurri.

Squadre in campo, Cagliari-Inter sta per cominciare!

Il calcio d'inizio della partita è stato posticipato alle 12:45 per problemi tecnici della regia..

Buon pranzo a tutti i lettori da parte di Antonello Cossu e benvenuti alla cronaca testuale del lunch match dell'11^ giornata del Campionato di Serie A, in campo Cagliari contro Inter. Le due formazioni hanno raggiunto la Sardegna Arena e tra non molto cominceranno il consueto riscaldamento pre partita. Calcio d'inizio fissato alle 12:30.


CAGLIARI-INTER: LE FORMAZIONI UFFICIALI

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Faragò, Walukiewicz, Carboni, Lykogiannis; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti.

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skrniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Perisic; Eriksen; Lukaku, Sanchez.

L'Inter arriva alla Sardegna Arena e il Cagliari è pronto a dare battaglia. I nerazzurri sono reduci dalla cocente eliminazione dalle competizioni europee, per cui potrebbero accusare il colpo oppure trasformare la rabbia di questi giorni in carburante per essere ancor più pericolosi.

I rossoblu dal canto loro intendono proseguire sulla strada del pari di Verona, una prestazione più che convincente che ne chiama un'altra.

CAGLIARI-INTER: PROBABILI FORMAZIONI

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Faragò, Walukiewicz, Carboni, Lykogiannis; Rog, Marin; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti. All. Di Francesco.

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Bastoni; Darmian, Gagliardini, Brozovic, Perisic; Eriksen; Lukaku, Lautaro Martinez. All. Conte

CAGLIARI-INTER: STATISTICHE OPTA (Eurosport)

L’Inter ha vinto sei delle ultime nove partite di Serie A contro il Cagliari (1N, 2P), parziale nel quale ha segnato 21 gol (2,3 di media a match).

L’Inter è la squadra contro cui il Cagliari ha subito più gol in Serie A (134) e una delle due contro cui ha pareggiato più volte nella competizione (28, meno solo che contro la Samp, 30).

Da inizio 2015 ad oggi, solo contro il Napoli (cinque sconfitte su cinque), il Cagliari ha perso più volte in casa in Serie A che contro l’Inter (quattro ko in cinque gare).

Il Cagliari ha segnato 17 gol in queste prime 10 giornate di campionato: nella sua storia in Serie A soltanto una volta ha fatto meglio a questo punto del torneo (23 nel 1968/69, quando concluse la stagione al secondo posto).

Il prossimo sarà il gol numero 5000 per l’Inter nella sua storia in Serie A a girone unico (incluse le reti a tavolino), a 91 anni e 68 giorni dal primo (realizzato da Enrico Rivolta nell’ottobre 1929 contro il Livorno).

L’Inter è la formazione che finora ha effettuato più cross su azione in questo campionato (165) ma ha segnato solo tre dei 26 gol totali in questa Serie A in seguito a un cross.

Sfida tra due delle prime sei squadre del campionato per recuperi palla nella metà avversaria: l’Inter (terza a 174, dietro ad Atalanta e Bologna), il Cagliari (sesto a 156 dietro a Crotone e Verona).

Il Cagliari è la vittima preferita di Lautaro Martínez in Serie A: quattro reti in quattro sfide ai sardi (una in ciascuno dei quattro match disputati), tutte curiosamente segnate con colpo di testa (su sette totali arrivate con questo fondamentale dall’attaccante dell’Inter nella competizione).

Leonardo Pavoletti ha segnato tre gol in quattro sfide casalinghe di Serie A giocate contro l’Inter ed è andato a segno in entrambe le ultime due contro i nerazzurri in casa (marzo 2019 e novembre 2017, entrambe con la maglia del Cagliari).

Tra i giocatori con più di tre trasferte giocate in Serie A nell'era dei tre punti a vittoria, l'attaccante dell'Inter Romelu Lukaku è quello che ha la miglior media gol a partita in esterna: 18 reti in 23 gare fuori casa (0.78).

CAGLIARI-INTER: IL METEO

Cieli sereni con possibilità di locali addensamenti alternati a schiarite per gran parte della giornata. Non sono previste precipitazioni. Le temperature saranno comprese tra i 15 e i 16 gradi, con un indice di umidità relativa pari al 66%.

I venti, moderati e provenienti da Nord-Ovest.

Visibilità prevista: buona.

CAGLIARI-INTER: LA VIGILIA DEI DUE ALLENATORI

Eusebio Di Francesco, tecnico del Cagliari: "Difesa giovane o Ceppitelli titolare? Non conta l'età ma il lavoro, quindi potrebbero giocare gli stessi di Verona. è tornato anche Klavan, Ceppi ha fatto solo 5/6 allenamenti e c'è anche Pisacane. Potremmo vederli anche a metà gara. A parte Godin ci sono tutti. Dubbio Simeone o Pavoletti? Giovanni è tornato giovedì e sta abbastanza bene, è tra i più pronti tra quelli ex Covid. Anche Nandez sarà convocato.

La squadra ha avuto continuità per tutta la gara a Verona, a parte qualche situazione abbiamo difeso alti, abbiamo tenuto l'equilibrio ed è quello che ho sempre chiesto. Ma l'equilibrio si raggiunge solo con il lavoro. Ci siamo riusciti, nonostante le tante assenze e i vari problemi. In questo lavoro bisogna sempre dimostrare tanto, domani dovremo pensare a noi stessi, a prescindere da quanto sarà arrabbiata l'Inter, se avessero passati invece sarebbero stati entusiasti e sarebbero stati pericolosi lo stesso. Dobbiamo pensare a noi, abbiamo voglia di riprenderci punti persi per strada.

Abbiamo molti giovani e ovviamente, se si guardasse solo ai "nomi", domani non ci sarebbe partita. Proprio per questo che punto sul fatto che dobbiamo essere squadra e compatti, ho sensazioni positive, i ragazzi danno tutto in settimana: dobbiamo avere rispetto dell'avversario e solo lavorando da squadra e usando le nostre armi, possiamo fare bene e far male all'Inter. L'unica pecca, che mi dispiace tantissimo, è che saremo senza pubblico, sarebbe stato il nostro dodicesimo uomo.

Sarà una gara in cui loro avranno il pallino del gioco e altre, mi auguro, in cui l'avremo noi. L'idea di stare ad aspettarli non mi entusiasma, ma sicuramente dovremo leggere bene la partita e le sue varie fasi, questo è un aspetto su cui dobbiamo lavorare. L'Inter è la squadra su cui fa più cross e cercheranno di mettere la palla in mezzo, se saremo bassi, le daremo vantaggi. Contro lo Shaktar ha avuto tante occasioni ed è stata sfortunata, ma ha giocato così.

Io sono uscito in semifinale in Champions, non ai gironi, e questo è un orgoglio, sarebbe anche potuta andare diversamente per noi. Quando siamo usciti noi poi in campionato non ne abbiamo perso una. La loro condizione mentale non posso saperla, ma uscire ai gironi brucia... però noi dobbiamo pensare a noi.

Tripaldelli? Non è convocato, gli esami evidenziano un problemino muscolare. Forse mancherà anche a Parma​.

Molte squadre contro l'Inter giocano a cinque dietro, ed è una possibilità per domani. Voglio dare continuità e poi eventualmente a gara in corso farò qualche cambio​.

In questa gara incontriamo una grande e dovremo cambiare il nostro trend con le altre grandi già affrontate. Però ci dobbiamo provare e dare il massimo per mettere in difficoltà al massimo l'inter. Nainggolan? In estate gli avevo detto arrivederci, se lo rivedessi domani gli ridirei arrivederci. Mi fa sempre piacere vederlo​.

Mercato? Qualche settimana fa avevo detto che qualche cosa si sarebbe potuta fare. In queste settimane ho avuto modo di vedere in campo quasi tutti, anche a Verona, e tutti mi stanno dimostrando tanto. Io rompo molto le scatole perchè voglio vedere grande impegno durante la settimana, se i ragazzi che giocano meno, domenica hanno retto 90 minuti, è perchè si allenano tutti al massimo. Basti vedere Carboni. Comunque anche per gennaio faremo delle valutazioni, sia in entrata che in uscita, per migliorare o snellire la rosa.

Paolo Rossi? Lo voglio ricordare con un sorriso, mi ricordo quella finale mondiale vissuta nell'albergo dei miei. L'ho conosciuto due anni fa a Pescara e Bruno Conti me ne ha sempre parlato benissimo. Era una persona semplice e umile, qualcosa che nel nostro mondo manca. Dispiace che una persona del genere non ci sia più.​

Pavoletti era rinato dopo il gol, Marin l'avevo già visto migliorato tanto e ora si è liberato dalle varie scorie dovute ai tanti viaggi per la nazionale ecc... Ha avuto tempo di allenarsi bene e ritrovare la condizione".

Antonio Conte, tecnico dell'Inter: "Che partita sarà contro il Cagliari? Una gara tosta e difficile, contro di loro lo è sempre. Dobbiamo essere bravi ad arrivare nel modo giusto fin dall'inizio. L'uscita in Champions è stata dolorosa per me e per i calciatori.

Ci credevamo, avevamo rimesso in piedi la qualificazione dopo il Real Madrid e perciò è dispiaciuto uscire così senza riuscire a fare nemmeno un gol. Ora rialziamo la testa, il morale non è alle stelle perché è giusto che ci sia dolore, ma sappiamo che bisogna affrontare subito la prossima gara nel miglior modo".

Vidal? E' ancora out, ha ripreso a lavorare, ha avuto un problema muscolare e bisognerà riportarlo nelle migliori condizioni rispettando i tempi che non sono lunghi, ma richiedono certamente pazienza.

Spesso ci troviamo di fronte avversarsi che aspettano, ma siamo il miglior attacco del torneo. Contro lo Shakhtar non siamo riusciti a concretizzare, servono quindi più cattiveria e cinismo. Le occasioni vanno capitalizzate se vuoi vincere.

Eriksen? Voi lo vedete quando è in campo, sicuramente il mio compito è migliorare tutti e con lui lo sto facendo. Sa che sono intellettualmente onesto e che cerco di mettere tutti sullo stesso piano. A volte posso riuscirci in modo evidente, altre volte meno. Magari per Christian ci vorrà un po' più di tempo per mostrare tutta la sua crescita con questa squadra"

E' un dolore essere usciti dall'Europa, ci credevamo e c'è amarezza. Ora concentriamoci sul campionato, da qui a febbraio non c'è nulla di particolare e, in fondo, abbiamo solo due partite in meno da giocare rispetto alle altre.

Bisogna avere pazienza, evitare la pressione che ti sgonfia, crescere a livello individuale e di squadra, ci sono partite che devono essere vinte a prescindere prima ancora di entrare in campo. Abbiamo iniziato un percorso e sotto questo punto di vista abbiamo un bel po' di strada da fare. Ho grande fiducia nei miei ragazzi, sapevano che non sarebbe stato facile.

Quando ho preso l'Inter la situazione non era al top, ma lo sapevo e mi era stato detto. Da parte mia c'è stata grande voglia di mettermi in gioco e riportare questo club dove merita. Ho determinazione e speranza, sapendo che oggi ci sono delle difficoltà che prima non c'erano. Il covid ha portato difficoltà importanti, ma se vuole ne parli il club, io sto zitto e ci metto sempre la faccia.

Perchè Godin se n'è andato? Non penso che debba giustificare partenze e arrivi. Ho grande affetto e rispetto per Diego per ciò che mi ha dato l'anno scorso. Lui sa benissimo cosa penso di lui, l'importante è solo questo".

CAGLIARI-INTER: I PRECEDENTI DELLA SFIDA

11^ giornata di Serie A, con Cagliari che ospiterà l’Inter. Sono 40 le partite finora disputate tra le due squadre in terra sarda: 7 vittorie rossoblù, 18 pareggi e 15 successi nerazzurri. I padroni di casa hanno siglato 40 gol, gli ospiti 57.

CAGLIARI-INTER: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

Cagliari-Inter (Sardegna Arena, domenica ore 12:30) sarà diretta dal Sig. Pasqua che verrà coadiuvato da Bindoni e Raspollini.

Quarto uomo Marinelli.

Al Var Doveri, Avar Giallatini.

Condividi su:

Seguici su Facebook