Sau: "Ripartiamo consapevoli della nostra forza. La A senza di noi è strana, ma ce la riprendiamo"

Le parole del bomber rossoblù in conferenza stampa

pubblicato il 07/01/2016 in Live da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
www.blogcagliaricalcio1920.net

Conferenza stampa questa mattina presso il centro Sportivo di Asseminello. Protagonista, Marco Sau. Ancora non si conoscono i motivi né l’oggetto di questo incontro con i cronisti. C’è riserbo, il tutto resta Top Secret.

Sarà presente anche il Presidente Giulini? Sarà presente il Direttore Capozucca? Ve lo racconteremo in diretta a partire dalle 12:15 circa.

Capozucca passeggia fuori dalla sala stampa, parteciperà alla conferenza? Non si vede il Presidente.

C'è comunque da aspettare anche perché - ci viene comunicato - Sau ha avuto un affaticamento muscolare ed è di rientro dalla visita di controllo. Nulla di grave, dicono. Buone notizie sul fronte Dessena: ieri aveva una visita oggi che è andata bene e può iniziare i lavori di carico. Prossima visita tra 30 gg.

Il problema muscolare di Sau è agli adduttori, quindi è scattato l'allarme per questo motivo, ma nulla di grave, ci viene spiegato che si tratta di un affaticamento dovuto alla ripresa della preparazione.

Il ragazzo è di ritorno dall'Ospedale Marino, tra pochi minuti si comprenderà il motivo della conferenza stampa. C'è grande attesa, tutto è pronto, ma nulla trapela. Si sa soltanto una cosa: parlerà Marco Sau.

Ecco il bomber di Tonara: si inizia, sentiamo e riportiamo le sue parole:

"Riprendiamo da dove abbiamo finito, consapevoli della nostra forza e di quanto di buono abbiamo fatto. Stamattina ero un po' preoccupato, soprattutto quando ho problemi muscolari, per fortuna tutto bene, è solo affaticamento. È ovvio che mi preoccupo e mi disturbo mentalmente perché devo essere al 100%.

Ho trovato il gruppo tranquillo e motivato dopo le vacanze, siamo concentrati perché sappiamo qual è l'obiettivo, ma ci sarebbe piaciuto avere qualche giorno in più.

La gara con il Crotone sarà diversa da quella dell'andata, loro sono più forti e stanno andando bene. Ma non è decisiva, loro cercheranno di stare il più possibile lassù ma noi dobbiamo fare il nostro.

Mercato? Io lascio parlare, tanto di vero c'è poco. Propositi per il nuovo anno? Stare bene fisicamente per dare il mio contributo alla squadra.

A Barella ho fatto l'imbocca al lupo, non mi aspettavo sarebbe partito ma tanto tornerà, per lui giocare è importante.

La serie A mi manca, è un effetto strano. Ma c'è la riprenderemo. È strano vederla giocare e non vedere noi tra i nomi delle squadre della massima serie.

Giocare sotto Natale? Una volta che ti abitui, poco importa. Tanto per noi sono giorni normali. Quando ho visto il gol dato all'Udinese ieri non ho ripensato al mio gol annullato con il Como.

Il Crotone è una squadra fisica che pressa, pensò contro di noi la metteranno su quel piano. Loro sono i nostri principali avversari ma anche il Bari è forte, e il Pescara. Ma manca ancora molto, si vedrà