Rastelli: "A La Spezia per vincere. Faremo di tutto per ottenere i 3 punti"

La conferenza stampa di Mister Rastelli alla vigilia della gara in terra ligure

pubblicato il 14/11/2015 in Live da Alexandra Atzori/Marco Zucca (inviati)
Condividi su:
Alexandra Atzori/Marco Zucca (inviati)
www.blogcagliaricalcio1920.net

Domani sarà Spezia-Cagliari. I rossoblù volano in terra ligure per affrontare una gara complessa e ricca di insidie. L’imperativo è vincere per ritrovare i 3 punti in trasferta, dare quindi continuità ai risultati e possibilmente allungare in classifica rispetto alle dirette concorrenti.

Stamani, conferenza stampa di Mister Rastelli. Non presso il Centro Sportivo di Asseminello, ma nel nuovo Store Cagliari 1920 del Largo Carlo Felice.

Seguiremo l’evento live a partire dalle 10:20 circa.

Dopo un buffet gentilmente offerto dal Cagliari Calcio, è stato mostrato lo Store: su due piani e molto fornito. All'interno c'è anche un punto vendita Vodafone. Ora siamo nel sotto piano, appositamente allestito per la conferenza ma che in realtá servirá come zona giochi. Sullo stesso piano c'è anche la zona abbigliamento per bambini.

Attendiamo mister Rastelli. Le parole del mister vengono anticipate da quelle di Passetti, Direttore Marketing del club rossoblù.

Ecco le sue dichiarazioni:

"Vi diamo il benvenuto. Vogliamo che questa sia la casa dei tifosi anche perché in Viale la Playa c'era tutto lo spazio dedicato agli uffici e poco ai tifosi. Abbiamo ribaltato la logica. Abbiamo molti televisori e questo significa poter vedere la partite e far arrivare tanti tifosi e visitatori.

Abbiamo un'area destinata ai giochi dei bambini e anche i giocatori e dirigenti stanno frequentando questo posto, andando al bar. Dev'essere una vera e propria casa. Abbiamo ospitato anche la Vodafone per essere sempre vicino ai nostri sponsor.

Questo luogo dev'essere una nuova "piccola" casa per i tifosi e il nostro augurio è che qui, presto, possa essere presentata la casa "grande" del Cagliari, cioè lo stadio".

Mister Rastelli:

"Giannetti è convocato e Farias farà la rifinitura ma non vogliamo rischiare niente. Primavera? Vediamo se Farias recupera. C'è la giochiamo al meglio, non cerchiamo alibi. Anche con tante assenze abbiamo fatto grandi risultati. Mi aspetto che i miei scendano con una grande mentalità, come a Perugia.

Lo Spezia, sotto il profilo della qualitá, è molto buona come squadra, alla pari se non superiore a noi. Ha giocatori bravi e forti, come Nenè che in B è sprecato. È una squadra costruita per vincere ma vengono da un momento difficile con un tifo domani molto caldo. Vorranno riscattare Trapani e faranno di tutto per batterci.

Una punta? Dipende da Giannetti. Noi dobbiamo essere pronti a cambiare in corsa, a seconda della situazione.

Difesa? Credo che Pisacane meriti di giocare, anche perché Balzano deve ancora ritrovare la condizione per giocare dall'inizio, ma può essere utile a gara in corso.

Immaginiamo come giocherà lo Spezia. Come giocheremo noi lo vedrete domani, io non dico niente per non dare vantaggi all'avversario.

I gol su calci piazzati? Un paio di volte abbiamo sbagliato noi, altre è stato bravo l'avversario. Noi ci alleniamo tanto ma in questo periodo ci gira così. 6 gol presi così su 10 sono tanti.

Doppio regista? La squadra sta dimostrando di avere trovato equilibrio e di aver un buon possesso. Per ora va bene così, poi vederemo.

Domani è la mia centesima gara in B. Un regalo? La vittoria. Dobbiamo fare tutto quello che possiamo per vincere.

João Pedro come punta? Lui nasce come attaccante e là davanti ha provato tutti i ruoli e adesso sta cercando la sua collocazione, è molto forte e potrebbe farlo.

Gli attentati di Parigi? Ho seguito tutte le news, ho visto le immagini. Queste cose fanno passare in secondo piano tanti aspetti ma credo che gli addetti ai lavori sappiano cosa fare. Noi siamo solo spettatori, domani dovremo isolati e non pensarci.

Stiamo crescendo come mentalità, l'ultima trasferta l'abbiamo pareggiata solo per sbagli nostri. Domani esame di maturità? In B è ogni partita un'esame, soprattutto domani che giochiamo contro una squadra forte, al di là del loro momento.

Di Gennaro vuole giocare nel suo ruolo. Potrebbe fare anche la mezzala o il trequartista, ma non vuole, a meno che non sia obbligato".