Rastelli: "Domani contano solo i tre punti. Lavoriamo per diventare imbattibili"

Alla vigilia della gara contro l'Avellino, ecco le parole del tecnico rossoblù in conferenza stampa

pubblicato il 18/09/2015 in Live da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)

E' la vigilia della tanto attesa sfida tra Cagliari ed Avellino che andrà in scena domani alle ore 15:00 allo stadio Sant'Elia.

Fondamentale per i rossoblù di Rastelli, ottenere la vittoria ed incamerare i tre punti.

Gara certamente speciale per il mister campano, fino alla scorsa primavera alla guida dei Lupi.

Tra pochi minuti nella sala stampa del Centro Sportivo di Asseminello, si terrà la cosueta conferenza stampa pre partita di Mister Rastelli.

Sarà interessante, inoltre, conoscere dal mister le intenzioni circa la formazione da mandare in campo. Il Cagliari giocherà infatti ben 3 gare in una settimana. Avellino, poi trasferta a Chiavari, infine arriverà il Latina. 

Un campionato lungo e dispendioso, quello di Serie B, che permette a tutti i calciatori disponibili in rosa di trovare spazio. Alla luce del fatto che delle tre partite in programma, quella di domani, almeno sulla carta risulta la più complessa, potrebbe scendere in campo la stessa formazione vista in quel di Terni.

La squadra ha appena concluso la rifinitura, vedremo dopo l'elenco dei convocati.

La sala stampa va a riempirsi di cronisti e telecamere, non c'è dubbio che Cagliari-Avellino non potrà essere considerata (indipendentemente dalle parole del mister) una gara come tutte le altre.

Pochi minuti e Mister Rastelli sarà in sala stampa, tutto è pronto per la conferenza.

Ecco Rastelli, ed ecco le sue dichiarazioni:

"Quella di domani è la partita contro il mio più recente passato. Dobbiamo fare punti per il Cagliari. Per me è una gara importante perché ad Avellino ho vissuto anni importanti conquistando risultati importanti ma, nel momento in cui l'arbitro rischierà, conteranno solo i tre punti.

Abbiamo parlato con i ragazzi, abbiamo visto i filmati e abbiamo analizzato gli errori ed è da questi che bisogna imparare per non ripeterli, anche perchè li avranno visti i nostri avversari e cercheranno di sfruttarli.

L'Avellino è una squadra tosta che non molla mai, si è rinforzata ed ha un ottimo allenatore.

Le parole di Tesser stamattina? Noi non ci siamo mai nascosti, abbiamo sempre detto quali sono i nostri obiettivi ma mi dá fastidio la parola corazzata. Siamo all'inizio e stiamo lavorando per diventare una squadra imbattibile, ma ancora non lo siamo. In B ci sono tante squadre forti e queste prime giornate hanno già detto che in questo campionato c'è molto equilibrio. Se siamo i più forti dobbiamo dimostrarlo.

Nessuna squadra è a pieno regime, sabato c'erano condizioni atmosferiche particolari, c'era caldo ma dobbiamo essere bravi a sfruttare queste cose a nostro vantaggio, per esempio chiudendo la gara e poi facendo stancare l'avversario. Dobbiamo capire che se non chiudiamo le partite poi ci puniscono.

I ragazzi sanno di far parte di un gruppo importante ma devono arrivare alla condizione ideale. Per ora faccio affidamento su certi giocatori ma già da martedì darò spazio ad altri. Per ogni partita metto i giocatori migliori per quella gara, non faccio le scelte pensando alla prossima partita. Ho sempre i soliti dubbi.

Murru? Gli errori ci possono stare e capitano a tutti. Se domani dovessi rinunciarci non sarà per punirlo ma perché rigetto più adatto mettere un altro giocatore per quella gara. Barreca non è convocato, vogliamo farli recuperare bene".