Cagliari sconfitto e in ginocchio. Passa la Lazio, finisce 3-1

Rossoblù in caduta libera: gli ospiti falliscono anche un rigore

pubblicato il 04/04/2015 in Live da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Stadio Sant’Elia – Dalla nostra inviata Alexandra Atzori

Tra poco in campo Cagliari e Lazio. Partita fondamentale per la corsa all’Europa che conta per la Lazio, gara decisiva per le residue speranze di salvezza del Cagliari di Zeman.

Partiamo dalle formazioni ufficiali:

CAGLIARI (4-3-3): Brkic; Balzano, Diakité, Rossettini, Avelar; Dessena, Crisetig, Joao Pedro; Farias, Sau, M’Poku

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Mauricio, Braafheid; Parolo, Biglia, Candreva; Mauri, Felipe Anderson, Klose

Le squadre stanno effettuando il iscaldamento. Il Sant'Elia va pian pano a riempirsi anche se non è previsto il tutto esaurito. Più di qualche nuvola su Cagliari ma per ora non è prevista pioggia.

Pochi minuti e le squadre faranno il loro ingresso in campo. Il Capitano del Cagliari, oggi è Dessena.

La Curva Nord espone uno striscione: "Sudate la maglia fino alla fine".

Tutto pronto, il Cagliari giocherà dalla sinistra verso la destra rispetto alla veduta dalla Tribuna Stampa.

Calcio d'inizio per la Lazio.

Partiti!

Gli ospiti cercano di imposter e fare la gara.

Il Cagliari ora è più propositivo ma non è facile bucare la retroguardia della Lazio.

9', miracolo di Brkic su Mauri.

Insiste la Lazio, che fa valere il maggior tasso tecnico.

Ritmi lenti, gli ospiti proseguono con il palleggio. Intanto M'Poku cerca di scappare a Parolo che stende l'avversario e rimedia il giallo.

18', fallo su M'Poku e punizione per i rossoblù: sulla palla va Avelar, palla dentro, Diakité non arriva sul pallone per pochi centimetri.

21', Sau recupera palla, mette scompiglio tra i difensori biancocelesti e conquista un calcio di punizione dai 25 metri. Batte Avelar, palla deviata in angolo.

Farias mette in mezzo, M'Poku non ci arriva: sugli sviluppi dell'azione il belga-congolese finisce in fuorigioco.

Il Cagliari cresce, alza il baricentro, la Lazio ha difficoltà ad impostare.

26', Crisetig perde palla, Felipe Anderson recupera e calcia. Il suo tiro è debole e centrale, Brkic raccoglie senza difficoltà.

29', magnifico lancio da parte di Crisetig in favore di M'Poku che non riesce a concretizzare. Ribaltamento di fronte, giocata da calcio a 5 e Klose va in gol. Cagliari 0 -Lazio 1.

Il Cagliari accusa il colpo, la Lazio tiene palla e ritmi lenti.

34', tiro dalla distanza di Dessena, Marchetti si distende e blocca.

37', Balzano salva immolandosi sul tiro di Parolo.

41', punizione strepitosa di M'Poku, vola marchetti che compie il miracolo: super parata!

Sono due i minuti di recupero, non succede più nulla: si conclude la prima frazione di gioco, Lazio in vantaggio per 1-0.

Inizia in questo momento il secondo tempo.

3', Candreva dalla distanza, Brkic respinge male, si avventa sulla palla Mauri ma Brkic rimedia con un intervento prodigioso.

Rovescimaneto di fronte, verticale per Sau, tiro, devizione e palla in gol. 1-1.

Cresce il Cagliari che ora mette pressione alla Lazio.

Dentro Ekdal, fuori Dessena.

14', rigore per la Lazio: parte Biglia ed è gol.

16', bambola della difesa rossoblù e Lazio ad un passo dal 3-1.

22', altro rigore per la Lazio ed espulsione per Diakité: batte Biglia che spara in Curva.

Dentro Capuano, fuori Farias

25', punizione per il Cagliari: batte Pedro che spara sulla barriera

27', Sau per M'Poku, palla respinta dal muro difensivo.

30', Balzano salva sulla linea, ma l'impressione è quella che la palla abbia varcato la riga di porta.

32', miracolo Marchetti in uscita su M'Poku.

Entra Cop, esce Sau.

Grande nervosismo tra i rossoblù, M'Poku in particolare.

46', Parolo su punizione mette a segno il gol del 3-1.

Finisce così, 3-1 Lazio.