Live - Segui la diretta di Lecce-Cagliari

Calcio d'inizio alle 20:45

pubblicato il 24/11/2019 in Live da Antonello Cossu
Condividi su:
Antonello Cossu

Tredicesima giornata di Serie A, è tempo di Lecce-Cagliari. I sardi, reduci dalla splendida vittoria contro la Fiorentina, si recano al "Via del Mare" con l'obbiettivo di vincere per rimanere a contatto con le posizioni nobili della classifica. I giallorossi invece non hanno ancora trionfato in casa (2 pareggi, 3 sconfitte) ma stanno attraversando un periodo di evidente crescita, inoltre la formazione salentina è ricca di giocatori passati dalle parti della Sardegna che potrebbero aver voglia di rivalsa. Per cui, come spesso capita nel calcio, nulla è scontato e attenzione a possibili sorprese. Il match tra Lecce e Cagliari sarà il posticipo che chiuderà il pomeriggio di Serie A, calcio d'inizio fissato alle 20:45.

LECCE-CAGLIARI: IL METEO

Vento molto forte in aumento, cielo sempre più nero, pioggia consistente e temporali in arrivo che si stima avranno il loro apice in termini di precipitazioni tra le 18:00 e le 23:00. Al momento la gara è stata e resta autorizzata. Nel centro città in questo momento sta piovendo in maniera abbondante, con la perturbazione ormai vicina alla zona di Via del Mare. Ribadiamo - al momento - gara autorizzata e non a rischio.

LECCE-CAGLIARI: STATISTICHE OPTA (EUROSPORT)

Solo tre delle 16 sfide tra Cagliari e Lecce in Serie A sono terminate in pareggio: completano il parziale sette successi sardi e sei pugliesi.

Il Lecce ha vinto cinque delle otto sfide interne di Serie A contro il Cagliari (1N, 2P), solo contro l’Udinese ha ottenuto più successi interni nel massimo campionato (7V, 1N, 5P).

Il Lecce ha sia segnato che subito gol in tutte le ultime sei partite di campionato: striscia più lunga da maggio 2009 per i salentini, che arrivarono a quota otto.

Solo il Brescia (uno) ha ottenuto meno punti del Lecce (due) in casa in questo campionato: solo nella stagione 2011/12 i salentini erano partiti peggio nelle prime cinque gare interne stagionali, in quel caso persero la sesta.

Il Cagliari ha vinto tutte le ultime tre partite disputate dopo la pausa per le gare delle nazionali: l’unica volta in cui è arrivato a quattro è stata nel 1998.

Il Cagliari ha vinto sette delle prime 12 partite di campionato, solo nel 1968/69 ha fatto meglio (otto) a inizio stagione, in quel caso pareggiò la 13ª.

Il prossimo sarà il 250º tiro subito dal Lecce in questa Serie A (esclusi autogol) - da quando la Serie A è tornata a 20 squadre solo sette club hanno incassato così tante conclusioni prima di dicembre in una singola stagione.

Nessuna squadra ha segnato più gol di testa rispetto al Cagliari in questo campionato (cinque) - allo stesso tempo, nessuna ne ha subiti meno dei sardi con questo fondamentale (uno).

Sette giocatori dell’attuale rosa del Lecce hanno un passato nel Cagliari: Mancosu, Rossettini, Farias, Tabanelli, Tachtsidis, Gabriel e Vigorito.

Giovanni Simeone ha partecipato attivamente a una rete per quattro gare di fila (due gol e due assist), già striscia record per l’attaccante del Cagliari nel massimo campionato.

LECCE-CAGLIARI: LA VIGILIA DI LIVERANI E MARAN

Fabio Liverani. "Il Cagliari è sicuramente tra le squadre più in forma del campionato, hanno un organico forte e un centrocampo completo: non si può arginare, ma toccherà a noi limitarlo. Sarà una partita in cui ci sarà da soffrire ma noi abbiamo sempre dimostrato di saper creare le nostre occasioni. Abbiamo lavorato sulla difesa, l'obiettivo deve essere quello di non prendere gol. Dobbiamo sperare il campo non sia pesante. Noi siamo una squadra che palleggia, abbiamo sempre tenuto il controllo del gioco a parte a Bergamo contro l'Atalanta. Sarà una bella verifica domani. Il Cagliari ha tanti calciatori forti: Simeone che si muove molto, Nainggolan che è tornato ai livelli di Roma. E poi hanno una buonissima difesa, ben collaudata. Dubbi? Meccariello per il ruolo di terzino destro, Mancosu sulla trequarti e Babacar in avanti. Da valutare anche le condizioni di chi è rientrato dal viaggio per le risprttive nazionali. L'unico ballottaggio è quello tra La Mantia e Farias".

Rolando Maran. "Questa sosta non ci deve fare calare il ritmo, c'è chi è andato in nazionale ma anche chi è rimasto qua a continuare ad allenarsi. Sono i test come questi quelli in cui dimostrare che siamo cresciuti, non c'è niente di facile in queste gare e sappiamo che le neopromosse danno sempre qualcosa in più in campo. Non dobbiamo sempre fare quel passo in più che testimoni la nostra crescita, dobbiamo continuare così ed essere consapevoli della gara che ci aspetta. Il Lecce è una squadra che propone ed è una delle squadre che ha fatto più reti. Non è premiata dai punti in classifica, rispetto a ciò che fanno, ma siamo pienamente consapevoli del loro valore. Nandez? È rientrato e sta bene. La squadra vi assicuro che è sul pezzo, avrei voluto che vedeste la rifinitura di questa mattina, sembrava si stessero preparando per una finale. È stata una settimana particolare con alcuni acciacchi. Pellegrini oggi ha avuto di nuovo un problemino e Ragatzu una colica renale, non sono convocati. Poi abbiamo avuto qualche altro problemino in settimana ma stanno bene ora​. I gol sul finale con la Fiorentina mi hanno fatto molto arrabbiare perché nel momento in cui iniziamo a gestire e abbassiamo l'attenzione, diventiamo normali, e questo non può succedere. Ho analizzato la situazione con i ragazzi e ne abbiamo parlato, non si deve ripetere. Un allenatore deve essere bravo a tirare fuori il massimo dalla propria squadra e i ragazzi che ho a disposizione mi permette di avere tante soluzioni da mettere in campo. Io sono chiamato a portare a casa il risultato, certo che se lo facciamo attraverso il bel gioco sono più contento​. Abbiamo avuto qualche contrattempo in settimana quindi qualche scelta devo ancora farla, domani abbiamo un'altra rifinitura e finirò di scegliere, ma la strada è segnata. Walukiewicz? È un ragazzo di grande prospettiva, deve metabolizzare ancora alcune cose, come i meccanismi difensivi. Arriverà il suo momento, è ancora molto giovane.​ L'affetto ci fa molto piacere ma siamo consapevoli del fatto che tutto passa attraverso quello che facciamo sul campo e questa abbuffata d'affetto continuerà finché noi faremo bene. E finché lo faremo saremo premiati. Io sono felice del lavoro che faccio e sono felice delle cose che sto facendo qui a Cagliari. Credo che le persone si meritino quello che hanno e sono concentrato su quello che stiamo facendo, non ho nessun sassolino da togliermi. Errori arbitrali? Sono cambiate tante cose, si è voluto fare chiarezza e questo è stato positivo, c'è lo spirito giusto perché ci siano meno dubbi su cosa viene fischiato la domenica".

LECCE-CAGLIARI: I PRECEDENTI DELLA SFIDA

Sono 15 i precedenti tra A e B tra le due compagini: bilancio di 3 vittorie rossoblù, 3 pareggi e 9 sconfitte, con 12 gol segnati dai sardi, 26 dai salentini.

LECCE-CAGLIARI: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

La direzione di Lecce-Cagliari è stata affidata a Mariani che sarà assistito da Vivenzi e Lo Cicero.

Quarto uomo Baroni, Var/Avar La Penna e Longo.

LECCE-CAGLIARI: LE FORMAZIONI UFFICIALI

Lecce (4-3-1-2) Gabriel, Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis,Tabanelli; Shakhov; La Mantia, Lapadula

Cagliari (4-3-1-2) Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan, Joao Pedro, Simeone


Buonasera a tutti i lettori da parte di Antonello Cossu, benvenuti alla cronaca testuale di Lecce-Cagliari, match valido per la 13^ giornata di Serie A. Al "Via del mare" la situazione meteo è difficile, pioggia e vento continuano ad agire impetuosi ma è stato confermato dal direttore di gara Mariani che la partita si giocherà. 

I giocatori sono sul campo per effettuare il consueto riscaldamento pre partita, calcio d'inizio regolarmente fissato alle 20:45.

Lecce e Cagliari regolarmente in campo, per svolgere il riscaldamento in vista del fischio d’inizio in programma per le 20.45. I calciatori delle due squadre hanno iniziato da pochi minuti ad allenarsi con il pallone: il terreno di gioco pare solo a tratti idoneo al regolare svolgimento della partita. A tratti, sí, perché in alcune zone del campo il pallone rimbalza regolarmente, in altre non rimbalza affatto. Il giudizio decisivo, allora, spetterà all’arbitro Mariani.

In corso il sopralluogo sul campo dell'arbitro con i due capitani di Lecce e Cagliari. Il pallone non rimbalza. Ci sono concrete possibilità che la partita venga spostata.

Marcello Carli e Radja Nainggolan sarebbero favorevoli al rinvio della partita, il pallone non rimbalza in quasi ogni zona del campo. 

Mariani, effettuato l'ultimo sopralluogo, ha deciso che si proverà a giocare finché il terreno regge. Il calcio d'inizio della partia ovviamente slitterà di qualche minuto.

C'è stato un ulteriore sopralluogo dell'arbitro. La partita inzierà dopo che sarà spazzata via l'acqua in eccesso dalle aree di rigore.

Terzo sopralluogo di Mariani insieme ai due capitani Lucioni e Nainggolan, si attendono comunicazioni.

Mariani, in accordo con i giocatori, ha deciso per lo spostamento della partita. Rimanete collegati per conoscere data e ora ufficiali dell'incontro.

Un buon proseguimento di serata agli amici lettori da parte di Antonello Cossu e la redazione di blogcagliaricalcio1920.net. Nelle prossime ore si deciderà quando recuperare Lecce-Cagliari.