Maran: "Vogliamo regalare il decimo posto ai nostri tifosi"

"E' possibile"

pubblicato il 25/05/2019 in Live da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
foto: sport.sky.it

Cagliari in campo domani alle 20:30 alla Sardegna Arena per l'ultima di Campionato contro l'Udinese. Stamani, dopo la rifinitura, il tecnico rossoblù Maran, incontrerà i media nella sala stampa di Asseminello.

Grazie alla nostra inviata Alexandra Atzori, seguiremo l'incontro in diretta.

Amici sportivi, gentili lettori,  buongiorno da Alexandra Atzori. Tra pochi minuti la conferenza stampa di Mister Maran.

Per l'ultima di campionato non ci saranno C eppitelli e Faragò, da valutare le reali condizioni di Pavoletti e comprendere se Castro sarà in grado di giocare dal primo minuto.

In sala stampa è tutto pronto, si attende soltanto l'arrivo del tecnico rossoblù.

Ecco il Mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Domani abbiamo una gara che può fare cambiare il nostro piazzamento in maniera importante e per noi è importante chiudere bene cercando di ottenere il massimo, dobbiamo fare bene, naturalmente anche tenendo conto dei risultati degli altri.

Possiamo congedarci dal nostro pubblico con il risultato in tasca, concludendo un cammino importante soprattutto in casa. Siamo chiamati a dare ai nostri tifosi un' ulteriore soddisfazione e c'è la metteremo tutta per ottenere un bel piazzamento finale.

Cerri l'abbiamo recuperato stamattina. Non ci saranno i soliti più Pellegrini e Leverbe.

La prova di giocare a tre mi ha soddisfatto molto ma le cose migliori le abbiamo fatte con il nostro solito sistema. Vorrei però che fossimo in grado di riuscire a cambiare in corsa a seconda della necessità. Dalla parte di pellegrini non ci sono ballottaggi, dall'altra ho due giocatori che mi fanno grandi garanzie. Ho ancora qualche dubbio. Castro ha dimostrato di fare un'ora a grande ritmo, quindi sembrerebbe aver superato l'infortunio.

Parlare di chi domani giocherà l'ultima gara non ha molto senso. Sicuramente chi lo farà porterà una grande emozione e, nel caso di Barella, giocare domani da capitano sarà molto importante. Da questa emozione si dovrà trarre grande spinta per ottenere il risultato che vogliamo.

Futuro? Finora non abbiamo ancora parlato di quello che succederà da lunedì mattina, questa settimana non abbiamo ancora parlato. Abbiamo già un'idea ma serviranno delle valutazioni per capire che percorso prendere.

L'Udinese? Io ho visto i ragazzi che vogliono finire alla grande e mi aspetto che anche loro vogliano fare la stessa cosa, vorranno chiudere bene anche loro.

Questo campionato non è stato per nulla facile, avevamo già detto che si sarebbe dovuto correre fino alla fine, anche noi abbiamo avuto la matematica solo la settimana scorsa anche se eravamo teoricamente salvi già da un po'. Quindi il nostro è stato un grande risultato.

Sarebbe un piacere fare giocare ragazzi che non hanno fatto nemmeno un minuto ma bisogna pensare a quello che è il nostro obiettivo domani e metterò in campo la formazione più adatta".