Maran: “Contro il Frosinone con sfacciataggine”

"Non dobbiamo subire"

pubblicato il 01/12/2018 in Live da Alexandra Atozori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atozori (inviata)
foto: sport.sky.it

Il Cagliari vola a Frosinone, snodo salvezza importantissimo per i rossoblù e gara da vietato sbagliare.

Diversi i dubbi di formazione, con il tecnico Maran che incontrerà i media alle 12:30 ad Asseminello, dove in sala stampa sarà presente la nostra Alexandra Atzori.

Amici sportivi, buongiorno. Tra poco la conferenza stampa di Maran: restate con noi.

Ecco il mister, si comincia, ecco le sue dichiarazioni:

"Pavoletti? Sta bene, oggi si è allenato e ha fatto la rifinitura. I primi giorni abbiamo cercato di farlo lavorare con calma, ma poi è tornato con noi. Per domani dobbiamo fare varie valutazioni e l'unica cosa a cui dobbiamo pensare è portare in campo il nostro calcio, al di lá delle difficoltá che ci possono creare gli avversari, con sfacciataggine. C'è entusiasmo intorno a noi e vogliamo mantenerlo, dobbiamo sfruttarlo attraverso il lavoro sul campo e mantenendo la nostra identità.

Il Pata ha caratteristiche particolari, perchè unisce qualitá e quantitá ma abbiamo diverse soluzioni per sostituirlo e sceglieró le più adatte a seconda della gara e di ció che mi servirá.

Joao si sente bene sia da trequartista che da attaccante e a me ha sempre dato la disponibilitá per fare tutto. Sceglieró la squadra nel suo intero, e questo dipenderá da chi decideró di utilizzare, a prescindere dalle scelte per l'attaccante e  il trequartista.

Farias è tornato e sta lavorando bene, Sau non ha mai smesso di lavorare e ci sta dando tanto. Mi piacerebbe tanto che segnassero, perchè se lo meritano. Ma se continuano a lavorare bene e con tranquillità, il gol arriverà.

Padoin sta bene, lo abbiamo fatto lavorare con calma solo a inizio settimana.

Domani non dovremo subire la gara, dovremo giocare con serenitá e con la convinzione dei mezzi che abbiamo. Dobbiamo avere chiaro ció che dobbiamo fare. Affrontiamo un avversario che sta bene. Lunedì ho scelto Luca perchè se lo meritava, ma non significa che Bradaric abbia demeritato.

In questa squadra nulla è scontato e il mio compito è anche alimentare la competizione tra i ragazzi. I moduli? Avete giá visto che adottiamo degli accorgimenti che ci permettono in gara di cambiare soluzioni, così non ci ancoriamo a un solo schema.

Klavan sta tornando a posto, sono due settimane che si allena con noi e deve solo trovare il ritmo partita.

Questa gara anticipa due partite toste, quindi è ovvio che diamo peso a tutte le gare, ma partiamo da quella più prossima, che è quella di domani. Diamo lo stesso peso a tutte le gare, passare e future. Fermare le gare in caso di cori razzisti? Potrebbe dare un segnale, soprattutto per i tempi che corrono.

Srna? Ha avuto alti e bassi ultimamente, ci aveva abituato troppo bene, ma sta tornando. Del Frosinone dobbiamo tenere la compattezza e dovremo essere bravi a non concedere campo".