Rastelli: "In campo per vincere: con il coltello tra i denti"

"Ci sono partite che valgono il doppio, contro il Crotone carichi e arrabbiati"

pubblicato il 09/09/2017 in Live da Marco Zucca (inviato)
Condividi su:
Marco Zucca (inviato)
2016

È la vigilia della prima alla Sardegna Arena. Il Cagliari affronterà il Crotone: sarà grande festa, tutto esaurito ma servono i primi punti stagionali. Si punta alla vittoria.

Alle 17:00, presso la sala stampa di Asseminello, Massimo Rastelli incontrerà i media per la presentazione della gara. A seguire i convocati, con Van der Wiel che potrebbe non essere nella lista.

Seguiremo il tutto in diretta grazie al nostro inviato Marco Zucca.

Amici sportivi buon pomeriggio da Asseminello. Al termine della rifinitura in vista della gara contro il Crotone, Mister Rastelli incontrerà la stampa.

Sarà la prima gara alla Sardegna Arena, grande curiosità su quella che sarà la formazione che scenderà in campo e non solo: il Cagliari è chiamato ad incassare i tre punti.

Tra pochi minuti si inizia.

Si inizia, ecco le dichiarazioni:

Questo 15 giorni sono stati proficui. Abbiamo lavorato bene, compreso con Barella e Romagna da inizio settimana. Ionita da giovedì. Sappiamo che domani è l'esordio in casa nel nuovo stadio, la prima vittoria come detto dal presidente è stata raggiunta dalla società, compresi gli operai che hanno fatto un lavoro straordinario. Da parte mia e dei ragazzi c'è il ringraziamento a tutti coloro che hanno reso la Sardegna Arena una realtà.

Era un mio desiderio giocare nello stadio nuovo, la determinazione di tutte le componenti ci da ulteriore responsabilità per far sì che si possa vincere sul campo
Domani ci attende una gara impegnativa: per noi c'è un solo risultato, la vittoria. Siamo arrabbiati per aver raccolto poco, e sono sicuro che i ragazzi faranno una grande prestazione.

Il Crotone? Ci sono partite dove i punti valgono doppio, e domani sarà una di queste. Sarà una battaglia è la squadra deve scendere in campo col coltello tra i denti. È arrivato il momento di fare punti. Il Crotone è una squadra davvero difficile da affrontare, attenta tecnicamente, riparte con velocità e cerca sempre la verticalizzazione. Non sarà una gara facile ma dobbiamo essere bravi a concretizzare ciò che abbiamo fatto negli ultimi 15 giorni.

Lo stadio nuovo? Era giusto fare allenamenti li, la sensazione è di avere il tredicesimo uomo in campo.
Pavoletti? Si è allenato molto bene, ha bisogno di ritrovare il ritmo gara è solo giocando lo potrà fare.

Domani porto tutti tranne Van der Wiel e Rafael, oltre a Melchiorri. Ionita può giocare dal primo minuto.
Barella? Partita dopo partita prende confidenza con i propri mezzi, sta migliorando e per fortuna lo abbiamo noi.

Un allenatore deve allenare i propri giocatori a 360 gradi, prendendo in considerazione gli aspetti psicologici: cerco di farlo anche con Barella.

Carico per domani? Tantissimo, la carica me la da l'attesa di questi tempi. Mi auguro ci sia da parte di tutti i tifosi il fatto di remare nella stessa direzione, perché il bene più importante è il Cagliari.

Meteo? Siamo attenti a tutto questo, se piove agevolerà il bel gioco e chissà che non agevoli anche la scaramanzia per un esordio fortunato!
Ripartiamo dalla consapevolezza di aver visto una squadra dove tutti hanno lottato e fatto molto bene la fase difensiva tranne in qualche circostanza. Mi auguro che domani possiamo essere più cinici per fare gol e cercare di portare a casa la vittoria.

Da Borriello a Pavoletti? Pavoletti è più fresco e può fare reparto da solo, sono due giocatori diversi, è molto bravo di testa e può trasformare le palle sporche in pulite.
La formazione? La ho già in mente ma non ve la dico! (Ride).

A volte si fanno discorsi non oggettivi, ho sempre cercato di far giocare al meglio la squadra. A volte riusciamo, altre no. Vorrei che si potesse coniugare bel gioco e risultati.

Noi abbiamo un'identità di gioco definita, dobbiamo essere bravi a mettere Pavoletti nelle giuste condizioni per esaltare le sue qualità.