I tifosi: "Sconfitta meritata. Incomprensibili le scelte di Rastelli"

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Crotone-Cagliari

pubblicato il 19/01/2016 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2015

Il Cagliari stecca la prima (di ritorno) e perde l'opportunità di staccare il Crotone in classifica.

Allo "Scida" i rossoblù riescono a recuperare il primo svantaggio ma poi, complice anche l'espulsione subita da Balzano, non riescono a tenere testa ai calabresi, subiscono il secondo cartellino rosso (diretto, nei confronti di Krajnc) e, così, perdono la gara per 3-1 e, con essa, anche il primato in classifica.

Da segnalare anche l’ammonizione subita da Murru che, in quanto diffidato, dovrà saltare la gara di sabato contro la Ternana.

Ma cosa ne pensano i tifosi di questa gara? Vi lascio ai commenti, buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Alessandro: “Niente drammi. Da domani bisogna lavorare, perché questo campionato lo dobbiamo vincere noi. Forza Cagliari!”.

Antonello: “Io avrei cambiato tutto il centrocampo, hanno fatto pena, mi dispiace ma è la realtà! Si facevano anticipare dagli avversari, erano troppo mosci”.

Gigi: “Secondo me non c’era niente da cambiare, la partita nata storta, anche se certi errori non si devono fare. Il terzo gol mi è sembrato in fuorigioco e, comunque, noi abbiamo un organico per stare tra le prime due squadre in classifica sino alla fine”.

Eduardo: "Sono stati sufficienti 22 giorni per far dimenticare ai giocatori che siamo in serie B".

Massimo: "Io avrei fatto qualcosa al posto di Giulini quando si è infortunato Dessena".

Marco: "Niente da dire, per ora la squadra è questa nel bene e nel male. Possiamo prendercela con Munari, Pisacane e Storari, ma ogni tanto si perde ed è normale! Ci riprenderemo come abbiamo sempre fatto!".

Francesco: "Storari poteva benissimo rimanere a Cagliari. Il primo gol l'ha regalato e, anche sul terzo, la respinta è stata goffa su un tiro non impossibile. La palla si respinge di lato. Poi è sempre insicuro sulle palle alte, non esce mai. Rastelli ha sbagliato tutti i cambi. E pensare che nel primo tempo ha giocato solo il Cagliari".

Manuel: “Dare le colpe a Storari mi sembra davvero troppo. Pur avendo qualche responsabilità sul primo gol, al pari di chi doveva marcare Budimir, ha salvato il 2 a 0, parato un rigore e parato il parabile. Incomprensibile la sostituzione di Di Gennaro, con Munari che non si reggeva in piedi. Quel cambio, assieme al rosso di Balzano, ha spento definitivamente la luce nel secondo tempo. Peccato perchè nel primo, a tratti, abbiamo dato spettacolo giocando palla a terra”.

Fabrizio: “Di Gennaro non era da sostituire. È stata questa la svolta della partita, non capisco Rastelli!”.

Matteo: "Storari ha fatto anche troppo! Avrà pure fatto un errore sul primo gol, ma ne ha salvato uno già fatto e ha parato un rigore. Kranjic é scandaloso, si sentiva la mancanza di Ceppitelli. Rastelli ha sbagliato tutto!".

Enrico: "Inizio ad avere qualche dubbio su Rastelli...".

Massimo: “Murru disastroso, come sempre! Per il resto espulsioni molto ingenue. Questa sconfitta servirà per il proseguo del campionato. I difensori titolari devono essere Salamon, Capuano e Ceppitelli!”.

Bruno: "Se il Cagliari vuole salire in serie A deve svegliarsi dal sonno e credere nella realtà, io la penso così: se non dai il massimo col cavolo che vedi la A".

Roberto: "Il primo tempo non era brutto, errori ne abbiamo fatto ma ne hanno fatto anche loro, giocavamo fuori casa contro la seconda che aveva un punto in meno di noi, abbiamo giocato tutto il secondo tempo in dieci, cosa si poteva pretendere?".

Maury: "Dalla prossima partita bisogna vincere e ritornare in vetta. Forza Cagliari",

Gianca: "Credo si debba fare un discorso di tipo mentale, di abnegazione, come l'attore che si cala nella parte qualsiasi essa sia, drammatica, comica o qualsivoglia. Per farla ancor più breve, in serie B, a mio modesto parere, serve cinismo da tagliare a fette, far di necessità virtù, cosa che a Balzano purtroppo stasera è mancata. La seconda espulsione, sinceramente, non merita commenti di sorta!".

Marco: “Era dai tempi di Laner che non vedevo un centrocampista più inutile di Munari: meteora per tre mesi, un paio di prove decenti a dicembre ma, per il resto, in campo non tiene mai il ritmo della partita, sbaglia stop e passaggi facili, non si inserisce mai, non aiuta il terzino nelle coperture. Ma come cavolo può giocare lui e non Tello (per non parlare di Deiola e Barella)?”.

Nicolò: “Nel primo tempo abbiamo dominato. Nel secondo, dopo l'espulsione da pollo di Balzano, la partita è finita. Non c'entra un ca**o l'arbitraggio né le scelte di formazione. La partita è stata decisa dagli episodi che sono andati tutti a favore del Crotone. Dimentichiamo in fretta ‘sta ca**o di partita”.

Giuliano: “La prossima partita saremo in testa alla classifica noi!”.

Matteo: “Dai ragazzi vediamo il lato positivo: Kranjc e Murru per la prossima gara sono squalificati”.

Daniele: “Lasciamo stare i due forse fuorigioco, perchè sarebbe riduttivo dare la colpa agli errori arbitrali. Direi che è stata una sconfitta MERITATA anzi, meritatissima. Meritata perchè molti giocatori pensano di essere arrivati, quando ancora sbagliano i fondamentali basilari del calcio, vedi Pisacane nell'erroraccio del 2-1. Poi ci mettiamo Balzano che, pensando di essere il Cristiano Ronaldo della situazione, dopo aver recuperato egregiamente quel pallone sulla linea laterale, ha ricevuto una sacrosanta espulsione. E non mi venite a dire che ‘però la prima ammonizione non c'era’, perchè il problema non è la prima, ma la seconda, e il sig.Balzano sapeva benissimo di averne già una sulle spalle (altro basilare del calcio non applicato, giocare con semplicità). Poi, per non farci mancare niente, abbiamo pure visto di poter contare su un gran libero in difesa, infatti la prossima partita indosserà pure la maglia diversa per distinguersi, come nella pallavolo, si perchè oggi lui ha sbagliato sport. Poi dite a Di Gennaro che gli ultimi cinque campionati li ha giocati in serie B e, se alcune volte viene sostituito, non è la fine del mondo. Scendiamo dal piedistallo perchè i campionati si vincono partendo dal basso. Una grande bella lezione che ci servirà sicuramente. Forza vecchio cuore rossoblù sempre”.

Max: “Siamo tornati ad essere una squadra di polli! Abbiamo fatto troppi errori imbecilli, i giocatori si sono montati la testa! Il Crotone merita di tornare in testa alla classifica. Dalla prossima partita, se non si torna con i piedi per terra, si finirà molto male”.

Fabrizio: “Il primo tempo abbiamo controllato la partita senza patemi d'animo. Nella ripresa un disastro, abbiamo sbagliato l'approccio, poi ci si è messo anche Rastelli che ha cambiato Di Gennaro e Munari (peccato per Barella) e allora siamo andati in tilt. Non fa niente però, sabato arriva la Ternana al Sant'Elia e dobbiamo proseguire la serie positiva in casa. Umiltà e serietà: queste ci dovranno contraddistinguere, se vogliamo tornare in Serie A!”.

Andrea: “Mi sa che abbiamo un problema trasferta, e la prossima sarà ad Avellino. Comunque primo tempo ottimo ma buttato al cesso a causa di alcuni errori individuali. Nel secondo tempo le espulsioni hanno contribuito al disastro. Ora speriamo che non ci scappino. Spero in un effetto Napoli post Inter, così torniamo primi già al prossimo turno”.

In giro per il web

Gianni: “Il Crotone ha giocato la partita della vita con grinta e noi abbiamo fatto di tutto per agevolarli”.

Giacomo: “Ogni partita gli arbitri ci ammazzano, è vergognoso”.

Matteo: “Oggi abbiamo perso meritatamente. Complimenti al Crotone, ma noi non abbiamo giocato bene. L'unica azione in cui siamo riusciti a fare le cose come si deve abbiamo segnato ma, per il resto, siamo stati in balìa del Crotone per tutta la partita. Balzano oggi si è fatto buttare fuori come il più tonto degli esordienti, con tutto il rispetto. Tutto sommato un piccolo bagno di umiltà male non ci può fare. Ora sotto con la Ternana”.

Mario: “Pazienza, non è una partita che comprometterà il cammino del nostro Cagliari”.

Sergio: “Arbitraggio di me**a ma noi non riusciamo a cambiare mai modulo dopo un’espulsione, così non va bene, bisogna essere pronti anche a cambiare modulo.
Bastava togliere Pisacane e Munari (subito dopo l'espulsione di Balzano) e mettere dentro Benedetti e Sau, con Joao a centrocampo. Si sarebbe dovuto giocare con il 3-4-2 e sarebbe stato sufficiente per affrontare una squadra come il Crotone”.

Paola: “Che arbitraggio di me**a”.

Gianfranco: “Abbiamo la coppia di terzini più ignoranti della serie B”.

Emme: “Abbiamo il tecnico più incapace ed inadeguato della serie B”.

Pino: “Intanto, come al solito, un fallo subìto da Di Gennaro nel primo tempo era da rosso diretto e, a stento, l’arbitro ha chiamato un semplice fallo! In questi frangenti qualcuno dovrebbe fare la voce grossa!”.

Cri: “Si rafforza la maledizione del 6: il Cagliari non riesce mai a superare le sei partite senza perdere. Certo, se nelle sei partite imbattute fa cinque vittorie e un pari ci può anche stare ma, attenzione, perché il girone di ritorno è più insidioso dell'andata”.

Alberto: “Che brutta sconfitta! Comunque siamo solo a due punti dal Crotone, possiamo riprenderlo tranquillamente”.

Jan: “Il Cagliari in trasferta non è una grande squadra! Speriamo in un gran girone di ritorno perchè con questo organico il primo posto sarebbe d'obbligo (con un allenatore decente)”.

Edoardo: “Rastelli ha sbagliato formazione: Balzano doveva rimanere sulla destra, dove sicuramente avrebbe fatto le sue discese e, sulla sinistra, doveva mettere Barreca dall'inizio, invece di Fossati. Rastelli comunque non è riuscito a dare sicurezza e tranquillità alla squadra, vedi le due espulsioni, sintomi di non tranquillità, È stata una brutta partita. Forza Cagliari sempre”.

Federico: “Umiltà, corsa, concentrazione, cattiveria agonistica, fluidità di manovra, gioco di squadra. Oggi abbiamo avuto una strameritata lezione su cosa occorre per andare in A. Il Cagliari è stato inguardabile, pensava di fare melina e cavarsela con una bella azione; le scelte tecniche sono state sbagliate, i giocatori erano nervosi e perennemente in difficoltà. Onore al Crotone!”.

Antonio: “Non fa niente, da sabato si torna in testa. Comunque, quando perdi per 3-1, non ci sono scusanti. Il Crotone ci ha creduto più di noi, onore all'avversario!”.

Mario: “Questo grande Cagliari che tutti vedono per me è rimasto a Cagliari! Mi sono infilato sotto il divano dalla vergogna, mi sembrava che giocassero contro gli ex secondini di Buon Cammino! E vogliamo andare in serie A… Vero mister?”.

Giuseppe: “Ma l'arbitro che ha espulso oggi Balzano è lo stesso che, a Pescara, aveva espulso Di Gennaro? Si diverte a lasciarci in inferiorità numerica? Il Cagliari ha giocato sottotono con due giocatori, su tutti, regalati agli avversari, cioè Pisacane e Giannetti. Bisognava sostituire Fossati e non Di Gennaro, no?”.

Alex: “Semplicemente ridicoli. Un allenatore da cacciare, non capisce una mazza di calcio. Perché continua a far giocare Munari? Perché tiene in campo una s**a come Pisacane? Perché fa giocare Balzano a sinistra? Perché insiste con Cerrilongo? Perché ha mandato via Barella? Perché continua ad allenare il Cagliari? A proposito, Amarugiulini: la prossima trasferta, per risparmiare qualche euro, mandali in autostop!”.

Mirko: “Non bisogna cercare alibi, non dobbiamo cercare giustificazioni, non bisogna pensare al complotto. Bisogna essere realisti: il Crotone ha giocato meglio, era messo meglio in campo, e sono allenati da un mister che capisce di calcio. Se sono primi in classifica un motivo ci sarà”.

Graziella: “E vai con i giudizi imperiosi! Una giornata no può anche starci, la partita ha preso una brutta piega ma non si può essere tifosi solo quando si vince! Forza Cagliari”.