La voce dei tifosi: dopo la Samp esplode forte la rabbia dei tifosi rossoblù

Diamo voce ai tifosi rossoblù dopo la sconfitta di Marassi contro la Samp

pubblicato il 10/02/2014 in La Voce dei Tifosi da Maurizio Lasio
Condividi su:
Maurizio Lasio
I meravigliosi tifosi del Cagliari

Come ogni settimana spazio ai pareri dei tifosi, questa volta dopo l’amara sconfitta contro la Sampdoria.

Gianluca duro con Lopez:

“Lopez ha figli e figliastri, non una squadra di calcio. Lui vede la squadra così!

Angelo critica l’arbitraggio:

“Una terna arbitrale veramente vergognosa: un gol regolare annullato, un fallo di mano non sanzionato, fuorigioco inesistenti come se piovesse. Altro? Non lamentiamoci questo è quello che abbiamo e questo ci facciamo bastare.”

Antonio pensa ad un “furto”

“Ci hanno scippato la partita.”

Secondo Luca gli arabi vedendo una squadra in questa condizione potrebbero cambiare idea:

“Non credo che gli arabi siano interessati all'acquisto di una squadra di serie B e senza stadio.”

Invece secondo John grande carattere ma sfortunati negli episodi:

“Arbitraggio inguardabile! Buon Cagliari, avanti così! Oltre il risultato Cagliari grande amore.”

Massimiliano pensa che la squadra sia stata lasciata al suo destino:

“Lo spirito guerriero dei rossoblu oggi non è bastato per vincere la partita! Oltre ai torti arbitrali subiti come il goal di Sau regolare e al rigore netto su fallo di mani da parte del giocatore sampdoriano e ad almeno tre fuorigioco inesistenti ed a un recupero non fatto da parte della terna arbitrale, sono turbato dal fatto che la società abbia lasciato la squadra da sola a giocarsi la Serie A! Siamo senza stadio, senza presidente, ma abbiamo giocatori bravi come i senatori che non hanno intenzione di arrendersi! Adesso è importante stare tutti vicino alla squadra per cercare di salvare la stagione!”

Tony boccia l’arbitrato e un Cagliari senza gioco:

“Arbitraggio veramente pessimo, ma abbiamo regalato un tempo agli avversari! Invece un secondo tempo all'assalto più per disperazione che per un vero gioco, perché attualmente non abbiamo uno che smisti il gioco, perlomeno in campo!”

Drastico il commento di Enrico:

“Ci risentiamo alla prima giornata del campionato 2014/2015!”

Secondo Alex la tensione per l’esordio in Serie A ha giocato brutti scherzi a Roca:

“Arbitro incompetente, non lo avrei mai fatto esordire in una partita di Serie A.”

Per Luigi il Cagliari ha dominato la gara ma con poca lucidità davanti:

“Peccato per il risultato, abbiamo giocato solo noi. Ma è anche vero che tiriamo poco e non sappiamo fare un cross. Nené sicuramente il peggiore in campo poiché non ha tenuto una palla nei piedi.”

Per Angelo una squadra inconsistente e molto critico per una fase offensiva inesistente:

“Purtroppo un centrocampo scarso, la vena degli attaccanti che lascia a desiderare, (tranne un gol di Sau regolare) un Cossu relegato in panchina. Secondo me oggi si è sentita la mancanza di Dessena.”

Luca vede già scritto il destino del Cagliari:

“Nel calcio per vincere bisogna tirare in porta. Tiri in porta? Eh? Non pervenuti.
Il Livorno non può più perdere e noi siamo maestri a resuscitare i morti! Quindi non mi stupirei per una sconfitta.
Quest' anno siamo veramente scarsi, con un allenatore dilettante, un ex presidente che ci ha rovinato, l’epilogo sarà uno: triste e mesta retrocessione!”