La gioia dei tifosi: "Grande vittoria e grande squadra. Ora battiamo il Crotone"

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Cagliari- Pro Vercelli

pubblicato il 28/12/2015 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2015

Il Cagliari fa un bel regalo di compleanno a Massimo Rastelli e, con un rotondo e strameritato 3-0, batte la Pro Vercelli e conserva il primo posto in classifica che, automaticamente, permette ai rossoblù di laurearsi campioni d’inverno.

Come ogni settimana abbiamo cercato di capire il pensiero dei tifosi su questa partita.

Buona lettura e buone feste! 

Il Cagliari siamo noi!

Andrea: "Una curva gremita fino all'orlo, cori e una partita stupenda, spero di poter rivedere il Sant'Elia così per molti anni ancora. Forza Casteddu sempre".

Francesco: "Anche se il Crotone e un osso duro, il Cagliari è campione d'inverno. Dai Casteddu, continua così".

Pier Paolo: "Un grande girone d'andata, 46 punti e primo posto. Adesso un po' di riposo, poi ci aspetta il conto alla rovescia verso la serie A. Alla ripresa affondiamo anche il Crotone! Complimenti al mister, alla squadra, alla società e a noi tifosi. In serie B il Cagliari non ci fa niente, ma forse è servita per ricreare un po' di entusiasmo che, ultimamente, stava mancando. Mi auguro di non vedere mai più un campionato come quello dello scorso anno. Credo che Giulini abbia imparato molto dopo la retrocessione".

Marco: "Vittoria comoda, alzando il ritmo a tratti (come era giusto che fosse, visti i tanti impegni in questo mese), abbiamo gestito le energie oggi, e ogni volta che si accelerava si creava qualcosa! Farias è stato nettamente il migliore, Salamon è una sicurezza, bene anche i terzini. Peccato l'evitabile squalifica di Ceppitelli (il suo, poi, non era nemmeno fallo) e il mancato gol di Sau! 46 punti sono un grandissimo risultato, ci siamo ripresi la vetta aumentando la qualità di gioco! Avevo il sentore che oggi potesse essere un turno non solo da ordinaria amministrazione, ma anche redditizio per la classifica: ha vinto il Crotone ma contava molto di più che perdesse il Novara, cosi è stato e hanno perso colpi anche Bari e Cesena! Risalgono Pescara e Avellino, c'è anche il Brescia, ma a noi interessa il vantaggio sul terzo posto che in questo finale di girone di andata siamo riusciti meritatamente a incrementare!".

Giacomo: "Bellissima giornata per il Cagliari, vincente davanti ai suoi tifosi. Spalti gremiti fino all'ultimo posto disponibile. Ora anche mister Rastelli vivrà il suo compleanno nei migliore dei modi. Cari tifosi, me compreso, prepariamo una vicinanza più assidua alle vicende della nostra squadra del cuore, iniziamo a sensibilizzare le competenze per far sì che la società faccia svolgere le partite per l'anno venturo, dentro le mura delle città di Cagliari o di Quartu. L'importante è che non debba migrare lontano o addirittura fuori dall'Isola. Iniziamo a pensare quale può essere il nostro apporto perchè ciò si avveri. Quartu, rimessa in grado di poter ospitare il Cagliari, dovrà individuare la maniera corretta e tecnica di ristrutturare il campo Is Arenas, cosicché gli anni che serviranno per costruire il nuovo Sant'Elia, vengano occupati con lo svolgere le partite di calcio presso lo stesso Is Arenas. Chissà che non sia il trampolino di lancio per la nascita di qualche grossa società quartese nel campo turistico sportivo. Portiamo domande e richieste sia alla giunta comunale quartese  che ai dirigenti della Cagliari calcio. Tutte le istituzioni devono collaborare perchè il Cagliari rimanga là dove è nato. Forza tifosi, forza Cagliari".

Pasqualino: "Ho controllato la classifica del campionato scorso riscontrando che, sulla seconda e la terza (Frosinone e Bologna), avremmo 12 punti di distacco, perchè loro ne avevano 34. La prima era il Carpi con 43 punti. Noi stiamo andando benissimo, anche se non era prevedibile il cammino del Crotone. Buon 2016 a tutti".

Diego: "In balletto sotto la Nord e il saluto del mister sono valsi tutto il prezzo del biglietto".

Stefano: "Olè! E siamo solo a metà dell'opera, forza Casteddu!".

Salvatore: "Ora ci saranno venti giorni di sosta: non saranno un po' troppi? Non ci sarà il rischio di distrarsi e di rilassarsi al rientro con il Crotone?".

Filippo: "La pausa arriva al momento giusto ed è meritata. Arriveremo alla prossima giornata in forma ottimale".

Simone: "Il Crotone è l'unico che ha tenuto il passo! Vediamo al ritorno. Se miglioriamo fuori casa possiamo vincere con quasi cento punti, mi piacerebbe tantissimo. Mi sa che con i tre punti nessuno fa superato i 90 o sbaglio?".

Marcello: "Rastelli dice che serve il sostituto di Dessena ma Giulini dice che è pericoloso perchè potrebbe alterare l'equilibrio dello spogliatoio. Per me non è così...".

Simone: "Sinceramente a me non importa se finiamo al primo o al secondo posto! A me importa la promozione, finire questo campionato e poi riprenderci la serie A".

Maurizio: "Non capisco una cosa: che bisogno c'era di far giocare Ceppitelli? Ora non sarà disponibile per la gara contro il Crotone".

Simone: "Grande Cagliari e grande pubblico, siamo campioni d'inverno!".
 

In giro per il web

Massimo: "Auguri a mister Rastelli, ma si ricordi che siamo nel campionato di B più squallido a livello tecnico degli ultimi 5 anni! Stravinca questo campionato e ajò in seria A!".

Alessandro: "Contro la Pro Vercelli è stato un allenamento... Senza nulla togliere ai piemontesi...".

Riccardo: "Sono di Cagliari e come tanti sardi vivo fuori dalla mia terra, per motivi di lavoro. Sono fiero di voi e, come voi, porto con fierezza e onore i colori della Sardegna. Bravi, continuate così fino alla vittoria finale!".

Sabri: "Complimenti al mister e tanti auguri di buon compleanno".

Gabriele: "Grandi ragazzi, ma non è finita. Questo momento è meritato ma la concentrazione deve rimanere alta visto che, oltre a combattere contro macellai prestati al calcio, c'è da lottare contro l'antisportività degli avversari che la mettono sulla rissa, arbitri senza pa**e e un pubblico incivile e frustato che, davanti all'esultanza di un sudamericano, non sopporta il balletto quando noi, invece, abbiamo sopportato anche ombrelli di morti di fame che in Sardegna sono diventati calciatori professionisti. Forza Cagliari sempre, che sia serie A, B, C, D, E, F, G, H... ovunque!".

Carla: "Buon compleanno mister!".

Antonietta: "Grande Cagliari, in A farete tremare tutti".

Paolo: "Siete l'orgoglio di tutto il popolo sardo, bravissimi!".

Stefano: "Molteplice felicità: Cagliari vittorioso, primo, maggior numero di segnature, attacco atomico e così via. Poi, ciliegina sulla torta, la Salernitana è stata battuta dalla banda dei sardi".

Renato: "Vittoria da dedicare a Dessena, Tello, Melchiorri, e Rastelli".

Maurizio: "Alla fine del 2015 la nostra prima soddisfazione l'abbiamo avuta, siamo primi... Adesso godiamoci il meritato riposo anche per trovare la concentrazione mentale e la forma fisica, in modo da affrontare il Crotone con la giusta determinazione e continuare, con grinta, il nostro viaggio verso la giusta promozione in serie A! Buone feste ancora alla squadra, all'allenatore, alla società e a tutto il meraviglioso popolo sardo. E che, il 2016, siano l'anno del Cagliari!".

Tore: "Avere 8 punti di distacco dalla terza penso sia la cosa più importante. Dopo il riposo bisognerà subito andare con la testa alla sfida col Crotone. Sarà una gara fondamentale per iniziare bene il girone di ritorno. Forza Casteddu".

Antonio: "Grande Cagliari campione d'inverno. La strada è ancora lunga e insidiosa, l'ambiente è ottimo per giocare in positivo e siate sportivi: giochiamo per vincere questo campionato contro le favorite della categoria e non credo questo gruppo includa la Salernitana, dunque non si deve cadere in provocazioni sterili".

Gigi: "Complimenti ragazzi, ora siamo al giro di boa. Adesso fate buone vacanze ed al rientro mettiamo sotto il Crotone".

Omar: "Io sono di Crotone e vi faccio i complimenti per il titolo d'inverno, ma siamo a braccetto con voi e la terza è a 7 punti, perciò andiamo insieme in serie A. Forza, compagni dagli stessi colori".

Davide: "Non posso fare altro che fare i complimenti al Cagliari, è stato nettamente superiore a noi, ha meritato la vittoria (forse avrebbe meritato di vincere anche più di 3-0). Noi, quello che potevamo fare, l'abbiamo fatto ma il Cagliari è nettamente superiori, gli auguro il meglio per il girone di ritorno e la promozione in Serie A. Lo aspettiamo al Silvio Piola di Vercelli a maggio".
 

Le voci dallo stadio

Franca: “Per la prima volta devo dire di essere completamente soddisfatta: del gioco, dei ragazzi, della partita in generale e, soprattutto, di mister Rastelli. ֤É davvero un ottimo allenatore”.

Simone: “Siamo primi, abbiamo fatto 46 punti e siamo campioni d’inverno. C’è davvero qualcuno che ha qualcosa di cui lamentarsi?”.

Marco: “Adesso i ragazzi devono staccare un po’ la spina perché queste settimane, tra campionato e coppa, devono essere state davvero pesanti. Quando tornano dalle vacanze li vogliamo al 100% perché la partita contro il Crotone segnerà il passo fondamentale. Sarà una gara da non sbagliare”.

Giulio: “Siamo campioni d’inverno. Torneremo in serie A!”.

Marcella: “Ora le vacanze e poi la testa al Crotone. Buone feste a tutti!”.

Salvatore: “Io mi aspettavo che avremmo chiuso il girone d’andata al primo posto. Sinceramente, però, non avrei mai pensato che avremmo fatto così tanti punti, soprattutto dopo il fattaccio di Brescia, credevo che la mancanza di Dessena sarebbe stato un brutto colpo da mandare giù. Invece, per fortuna, i ragazzi ne hanno risentito in maniera limitata. Per fortuna”.

Francesco: “Bravi tutti e grandissimo Rastelli che, con quel cazziatone pre-Salernitana, ha dato una scossa all’ambiente. Questa squadra, e intendo tutti, dal tecnico fino all’ultimo inserviente, mi sta piacendo molto, c’è molta coesione e questa cosa è ottima”.

Bruno: “Siamo primi, solo questo conta. Dobbiamo avere solo un obiettivo, da qui a maggio: tornare in serie A”.

Marco: “Siamo campioni d’inverno, finalmente questo dicembre terribile è finito. Ora non bisogna sbagliare lo scontro diretto”.

Nicola: “I giocatori non potevano fare un regalo più bello a rastelli per il suo compleanno: vittoria strameritata, primo posto, 46 punti (che, se non è record, poco ci manca) e titolo di campioni d’inverno. Cosa chiedere di più? Io lo so. La vittoria sul Crotone il 16 gennaio”.