La voce dei tifosi: "Che spettacolo e che sfortuna: è finita, Serie B!"

I commenti dei supporters rossoblù dopo la gara contro l'Empoli

pubblicato il 15/03/2015 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
Corteo di tifosi rossoblù

Beffa Cagliari. I rossoblù del nuovo – vecchio tecnico Zdenek Zeman scendono in campo contro un Empoli sinceramente non irresistibile e riescono nell’impresa di farsi raggiungere a gara praticamente finita dopo aver entusiasmato i suoi tifosi nel primo tempo e aver controllato la partita nel secondo. Ovviamente, c’è molta delusione tra i supporters. Ecco a voi i commenti, buona lettura.

Il Cagliari siamo noi!

Andrea: “Secondo voi riusciremo a tornare in A in un anno? O finirà come con Cellino dal 2000 al 2004? O, peggio ancora, come negli anni 80, con tanto di retrocessione in Serie C? Io purtroppo temo la terza ipotesi”.

Marco: “io la chiamo incompetenza, non sfiga: 1) i giocatori erano fisicamente cotti dopo un tempo, grazie alla grande preparazione estiva e invernale… 2) a gennaio non si è presa la punta che serviva quando si sapeva bene che per far più di 1 gol ci servono 20 palle gol. 3) evitiamo di parlare della difesa... la più scarsa da tempo immemore, non finisce una partita senza subire gol. 4) abbiamo un rendimento in casa ridicolo, specialmente grazie a Zeman, che non ne ha vinto mezza. 5) giocatori tipo Vecino e Ibarbo erano da tenere, e invece sono stati mandati via allegramente. 6) la cosa che mi dà i nervi è che l'incapace si terrà Zeman, liberando tutti i giocatori per farsi altri soldi”.

Alessandro: “Penso che se continuiamo a giocare così è probabile che ci salveremo, è inutile recriminare quello che è successo, gli errori in difesa si devono evitare”.

Giaime: “Ormai non ci salviamo più, ma quale gran Cagliari con Zeman, un gol di Pedro, 2 pali esterni e 45 minuti regalati all'Empoli, cambi sbagliati (Caio???) gestione del possesso inesistente (l'Empoli copriva e pressava più di noi nel secondo tempo). Giocando così non vinciamo più una partita”.

Luca: “Se Zola peccava di eccessiva umiltà, Zeman pecca di assenza di umiltà e Vecino ringrazia”.

Pierpaolo: “‪#‎SuperZeman‬ , Il calcio è divertimento,emozione!”.

Fabietto: “Nella partita decisiva della stagione ecco un gol preso in contropiede al 94’. Signori e signore ecco a voi il maestro Zeman! Unico”.

Marco: “PS: con Crisetig si vince…”

Alessandro: “Che dire? Il gol di Vecino è arrivato come una slavina che non ti dà nemmeno il tempo di accorgerti cosa è successo. Ho visto un Cagliari più vivo, più attivo ma ancora ingenuo nel commettere certi errori che in serie A si pagano a caro prezzo, e non mi riferisco solo al gol subito. Abbiamo una rosa molto modesta e dei nuovi salvo solo Brkic e Mpoku. Husbauer è ancora un oggetto misterioso, Diakitè deve ancora carburare, Cop è inguardabile e su Caio Rangel meglio sorvolare. Zeman, a parer mio, è riuscito a stimolare i giocatori, oggi ho finalmente visto maglie sudate. Quando si scende in serie B è normale che anche la componente sfiga dia il suo contributo, dobbiamo farcene una ragione. Ad agosto sostenevo che Giulini ha distrutto la nostra squadra: oggi lo confermo più che mai”.

Valerio: “Non ci resta che ritirare la maglia n° 17 e buttare fuori Sanfelice. #imotividiquestannodiiella  #lascaramanziaeralanostraforza”.

Alessio: “Non è possibile, non ne va bene una! Che anno di merda, son convinto sempre più che Zeman non avrebbe mai dovuto lasciare la panchina. Ora è sempre più dura, dobbiamo sperare solo che l Atalanta non faccia risultato”.

Maicol: “Un portiere che sbaglia, degli attaccanti che non la mettono dentro e la ricerca del bel calcio a tutti i costi. Questo è il riassunto perfetto di questa stagione. PS: quando hanno inquadrato Giulini mi son detto: se oggi riusciamo a vincere questa è la volta buona che si presenta alle interviste di fine gara a raccogliere i complimenti”.

Claudio: “Proprio perchè abbiamo avuto sfortuna in tante partite, proprio perché oggi ho visto gente correre fino a che hanno potuto e rischiare le gambe come poche volte ho visto, dico: ci credo di più'! Da grandi sconfitte nascono le grandi squadre, nessuna tempesta è mai durata all'infinito ed è grande chi dopo essere caduto si rialza! Ci sono ancora 33 punti, nulla è perduto. FORZA CAGLIARI! FORZA RAGAZZI!”.

Luca: “Io Zeman lo stavo schifando l'ultimo periodo prima dell'esonero, oggi ha restituito il calcio al Sant'Elia. Peccato per il pareggio, che molto probabilmente ci condanna, e basta vedere la faccia dei giocatori dopo il pari per capirlo; forse non andava esonerato, bisognava fargli fare il mercato di riparazione e ripartire. Sono stati due mesi sprecati”.

Luca: “Questa partita è il riassunto del nostro campionato. Non è questione di Vecino o di Pinilla, è questione che non ce ne va bene una, e anche partite destinate a essere vinte come quelle di oggi finiscono così. Preferisco comunque andare in B giocando a calcio come ho visto oggi piuttosto che con Zola tanto per dire che abbiamo un campione sardo in panchina. Con i giusti innesti dall'inizio non sarebbe andata così; ora serve un miracolo, ma in serie B dovrebbe andare solo la dirigenza”.

Giovanni: “Ecco, Vecino era il pareggio nell’aria”.

Marco: “Dai, un po' di ottimismo! Con Sdengo almeno si vede pressing, movimenti senza palla, tiri in porta, insomma bel gioco. Certo, i giocatori erano sfiniti, però così si va avanti, c'è speranza. La sfiga prima o poi cambierà squadra: forza Cagliari!”.

Francesco: “Cagliari, che peccato! Dopo un grande primo tempo siamo spariti. Le partite che rimangono sono poche e la salvezza sempre più difficile. Cosa salvare? Mah, finiamo almeno con dignità”.

Gianni: “Quest'anno va così , la buona sorte non abita più da queste parti!”.

Paolo: “Boh. Ero un po’ rassegnato già dalla sconfitta col Verona, poi mi è ritornata un po’ di fiducia dopo il primo tempo di oggi. Fiducia prontamente spazzata via da un cazzo di gol al 93’, preso da un ex, esattamente come a Bergamo. Forse è il gol che purtroppo ci manderà in serie B. Perchè andremo in serie B? Perchè oggi si è capito che non possiamo fare a meno di Sau (e ci abbiamo rinunciato per quasi tutto il campionato), perché si è capito che non reggiamo 90 minuti, perché alcuni giocatori sono inguardabili e perché siamo anche un pò sfortunati. Siamo un mosaico di calciatori presi quà e là, pochi buoni e parecchi inutili in serie A. Difensivamente siamo pieni di distrazioni e offensivamente spreconi già dall'inizio del campionato. I punti che abbiamo sono uno specchio fedele del nostro campionato. Oggi una squadra non raffazzonata come la nostra nell'ultimo minuto non avrebbe fatto vedere palla all'Empoli invece noi, in vantaggio uno a zero, gli abbiamo lasciato un mezzo contropiede, inconcepibile in serie A. PS: Brkic è nettamente più bravo di Cragno ma oggi o usciva per bene o stava in porta, è rimasto nella via di mezzo e ha preso gol, ma le colpe partono da chi ha perso palla, da chi non ha chiuso e poi arriva anche il portiere”.

In giro per il web

Emilio: “Vi prego, fate benedire la squadra. Non ho mai creduto alle ‘cugurre’, ma mi sa che stavolta mi dovrò ricredere. Stagione stregata”.

Ilaria: “Quindi? La colpa dello scarso rendimento del Cagliari era di Zola? E poi vorrei entrare in merito alle scelte della dirigenza: che senso ha cambiare il tecnico a pochi mesi dalla fine del campionato e, ancor più, che senso ha far tornare proprio il tecnico precedentemente esonerato se già non si credeva in lui?”.

Damiano: “Partita specchio di una stagione catastrofica. Giulini ha distrutto il sogno sportivo di una intera regione. L'unica cosa buona è aver richiamato Zeman. Peccato che a lui e Marroccu non li può esonerare nessuno. Pessimo presidente che non so quante garanzie ci potrà dare se andremo, come sembra oramai, in B”.

Simone: “Due pali da non sottovalutare, secondo tempo da dimenticare. Siamo anche sfigati e faceva bene Cellino a cospargere le panchine di sale grosso!”.

Sergio: “Che sfiga ca**o! però creiamo duecento occasioni da gol e ne facciamo uno. Alla fine del primo tempo dovevamo essere in vantaggio almeno per 3 – 0. Speriamo che Sau ritorni in forma, lui è quello che può buttarla dentro”.

Massimo: “Con Zeman avremmo avuto parecchi punti in più!”.

Filippo: “Difficile trovare motivi di consolazione. Comunque la squadra ha dato tutto ed è certamente migliorata con il cambio di allenatore (non è che ci volesse molto).

Purtroppo il livello tecnico è modesto e la classifica è meritata. Speriamo sempre, ma se non altro si inizia a giocare a testa alta”.

Luigi: “Qualcuno si sta rendendo conto di cosa voglia dire Zeman, pur con tutti i suoi difetti? Irriconoscibili, in positivo. Grande Cagliari nella prima mezz'ora”.

Claudio: “La verità? Società inesistente e un branco di giocatori mediocri. La serie B, ad oggi, la meritiamo”.

Enrico: “E cosa gli dobbiamo dire oggi? Hanno dato tutto, creato tanto, concesso nulla, e concretizzato male! È una annata sfortunata. Ancora non ci credo”.
Le voci dallo stadio

Elsa: “Io non ci credo, sono allibita. Due sono le cose: o Cellino ci ha ‘gettato la lacrima’ prima di andarsene o questa è vera e propria sfiga. Avremmo potuto replicare il risultato dell’andata, oggi”.

Piero: “Primo tempo incredibile, immaginiamoci quando tornerà Ekdal che con Zeman è esploso. Io sono fiducioso, spero tanto che Sau si sblocchi”.

Ennio: “Prima parte di gara fantastica ma questi giocatori devono imparare a dosare meglio le forze. Non si può dare tutto all’inizio e arrivare spompati a fine gara.  Vero che l’Empoli non è mai stato pericoloso, però abbiamo rischiato in più di un’occasione. Bisogna stare più attenti”.

Mario: “Oggi abbiamo visto questa squadra giocare a calcio! Ho sempre amato Zola per tutto ciò che rappresenta ma con Zeman non c’è storia. Al 90% siamo in B, ma almeno scendiamo con onore”.

Paolo: “Ma a cosa stavano pensando quando Vecino a segnato? Perché non hanno pensato solo a difendere il risultato? E Brkic, cosa voleva fare? Non si è capito nulla e l’empolese l’ha fregato. È il primo errore che fa”.

Alessio: “Secondo me Zola li ha rovinati fisicamente. Con Zeman avevano impostato un certo tipo di lavoro, duro ma efficace, e Zola li ha ridotti a delle femminucce. Hanno retto un tempo e basta. Così non va, bisogna che facciano un richiamo della preparazione di Zeman al più presto”.

Michela: “Zeman cosa ha fatto più di Zola? Niente. Oggi doveva solo vincere e non è riuscito a fare neanche quello”.

Lucio: “Un commento? Commento solo con una parola: SFIGA. E ho detto tutto”.

Filippo: “L’errore secondo me è stato nei cambi: passi Cop, che io però avrei sostituito con Farias, ma Caio l’avrei lasciato alla primavera!”.

Carlo: “Pareggio giusto. Siamo cretini e incapaci e ci siamo meritati la beffa. Quando, dopo il gol, li ho visti tutti buttati per terra per la disperazione sarei voluto entrare in campo e prenderli a calci in c**o uno per uno”.