La voce dei tifosi: dopo Cagliari-Juventus si scatena la bufera

Viaggio tra i pareri dei tifosi rossoblù dopo la sfortunata gara del Cagliari contro i campioni bianconeri

pubblicato il 13/01/2014 in La Voce dei Tifosi da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda
I meravigliosi tifosi del Cagliari

La sconfitta contro la Juventus brucia forte sulla pelle dei tifosi rossoblù. Continuiamo con piacere a dar loro voce in quelle che sono le impressioni del dopo partita.
Anna molto semplicemente scrive: “meritavamo di più.”

È forte il commento di Massimiliano:

“Il Cagliari ha giocato una grande partita sino al 20° del secondo tempo! Poi due cagate di Adan e la partita è finita! Grande pubblico come sempre, piccola e penosa la politica sarda, colpevole di una situazione scandalosa per lo stadio di Cagliari!”

Il ragionamento di Gianluca è bello articolato:

“Il primo responsabile è Lopez che mette in campo un Ibarbo ancora alle prese con l’infortunio.  Un fantasma, l’ombra di se stesso e un campione come Ibraimi resta in panchina. Poi Lopez  toglie un difensore per mandare in campo Cabrera che non si è visto, oggi come nelle partite precedenti a parte un gol in una partita; poi il nulla... a frittata fatta poi rimescola le carte ritorna sui suoi passi rimettendo un difensore per un centrocampista con Ibraimi che osserva il tutto pazientemente.”

Enrico scrive:

“Il gol del 2-1 è stato decisivo per le sorti della partita... poi anche il quarto gol subit ... aiut ... speriamo che miglior ... possiamo dire solo questo.”

Edoardo difende Adàn:

“Non abbiamo perso 2-1 per colpa di due papere di Adàn, ma purtroppo 4-1, quindi non è corretto crocifiggerlo, cosa avremmo dovuto fare con Agazzi allora? Prenderlo a colpi di pietre?"

Paolo risponde così:

“Sino al 2-1 andava tutto bene, poi la frittata del portiere ha cambiato la storia della partita. Sono le differenze tra Adan e Buffon e tra Marchisio e Cabrera che contano”.
Non manca Gigi che di rientro dallo stadio scrive: “ Per 70 minuti siamo stati benissimo in partita. Poi siamo crollati fisicamente e psicologicamente. Poi certo Adàn ha cannato ma penso avremo perso comunque.”

È rammaricato Angelo. Ecco il suo pensiero:

“Peccato abbiamo avuto la possibilità di battere la juve, comunque sempre forza Cagliari!”

Per Tony il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, mentre Alberto sentenzia:

“Un altro portiere che non va…”

Infine il buon Giuseppe interviene con la suo solito stile filosofico:

“Pazienza, il campionato è ancora lungo. Ricordiamoci comunque che il nostro obiettivo è la serie A e nient'altro. Forza rossoblù!”