Cagliari, i tifosi non hanno dubbi: "A questa squadra serve una scossa: esonero!"

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Cagliari-Napoli

pubblicato il 16/02/2020 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2017

Il Cagliari perde alla Sardegna Arena contro il Napoli e rimanda di un’altra settimana l’appuntamento con i tre punti: 0-1 il risultato finale.

Come sempre abbiamo chiesto ai tifosi cosa ne pensano della prestazione dei rossoblù.

Vi lascio ai loro commenti. Buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Augu: "Prestazione vergognosa. Pagherà l'allenatore ma i giocatori non hanno orgoglio".

Filippo: "Squadra senza gioco e idee: è finita la fortuna, l'allenatore è da cambiare per dare una scossa".

Mario: "La squadra non è serena, non gioca più con spensieratezza e con cattiveria agonistica; è innegabile che qualcosa sia successo all'interno dello spogliatoio, Giulini dovrà valutare (in fretta) cosa fare, prima che la squadra venga risucchiata nella lotta per la salvezza".

Mirko: "Siamo decisamente sotto le aspettative, ci si aspettava un campionato dignitoso ma non è così: dopo un girone d’andata giocato bene, e con qualche vittoria di fortuna, siamo tornati noi stessi, cioè una squadra senza mordente, idee, gioco e confusionaria. L'unico responsabile è l’allenatore, che non riesce a capire la squadra".

Alessandro: "La squadra ormai è allo sbando e in confusione, come il suo allenatore. Il campionato del centenario rischia di diventare un calvario da qui alla fine".

Fabrizio: "È ora di mandare via Maran, non abbiamo un gioco e tutti i giocatori sono demotivati.  Tutti snaturati, tutti hanno paura. Rimane solo l'esonero, per dare una scossa".

Fabio: "Maran ha detto che sarebbero andati a giocare con il coltello tra i denti, il coltello era di plastica e ha fatto il solletico al Napoli. Bisogna dare una svolta, altrimenti non arriviamo nemmeno a 40 punti, e domenica c'è il Verona".

Mauro: "Che fine ha fatto la squadra del girone di andata? Non c'è più gioco e Maran non sembra più in grado di gestire questo giocattolo rotto. Unica luce, Pereiro".

Ennio: "Società prima responsabile della situazione! Scelta dell'allenatore errata (Maran è assolutamente inadeguato) e non volontà (vedi pecche difensive evidenti e non risolte) di raggiungere obiettivi un minimo ambiziosi. VERGOGNA!".

Piero : "Che dire... prima in casa eravamo aggressivi, ora manco quello. Oggi non l'abbiamo mai vista".

Pietro: "Ormai siamo allo sbando: Cigarini pessimo, Pellegrini tira meglio di destro che non crossando di sinistro. Poi, l’ho detto e lo ripeto: da quando il buon Rolando ha iniziato a usare il 4-3-2-1 abbiamo sempre perso o pareggiato. Come si suol dire 'intrara de lioni, bessira de...'”

Blog Cagliari Calcio 1920 (Pagina Ufficiale)

Antonio: "Non ho visto il coraggio chiesto da Maran. Vedo troppo nervosismo, qualcosa dentro non va".

Andrea: "Il problema non è perdere ma il modo in cui lo si fa, è una squadra passiva, non costruisce, non aggredisce. Inutile dare la colpa agli arbitraggi e cercare di trovare un colpevole, credo che ognuno abbia le proprie colpe. Sta di fatto che il Cagliari ha bisogno di una svolta, qualunque essa sia, credo che non ci sia più lo stimolo da parte dei giocatori di prendersi qualcosa costruito in questi mesi. Quest’ultima parte di campionato prende alle palle, le partite sono come quelle del Cagliari di Rastelli!".

Davide: "Undici partite con una media da retrocessione, ci vuole una scossa subito, quindi via Maran o rischiamo di essere risucchiati dalla zona bassa della classifica".

Alessandro: "Quando in 90 minuti non fai nulla e non hai uno straccio di idee capisci che qualcosa è successo a questi ragazzi. Via Maran subito".

Lelle: "Secondo me il Cagliari retrocede, purtroppo le scelte le fa Giulini e non sembra intenzionato a cambiare niente".

Roberto: "Penso che di questo passo, nelle prossime 4-5 partite, saremo in cattivissime acque se Maran venisse confermato ancora".

Federico: "Con una salvezza acquisita da almeno un paio di mesi, avremmo potuto giocare ogni partita liberi e leggeri, proponendo calcio e idee sempre nuove. Invece ci ritroviamo schiavi di questo allenatore privo di idee, gioco e coraggio".

Alessandro: "Bisognerebbe capire cosa sia successo... non credo che sia tutta colpa degli ultimi 6 minuti contro la Lazio".

Sergio: "Cagliari privo di idee: gioco rinunciatario e attacco inconsistente. Purtroppo non riusciamo ad uscir fuori da questo periodo nero, un po' per le scelte dell'allenatore, che mi sembra seriamente in difficoltà. A Giulini il responso".

Gianfranco: "A questo punto si deve cambiare strada, la responsabilità è prima di tutto dell’allenatore. Non mi sono mai pronunciato contro Maran ma oggi, dopo dieci partite giocate, di cui sette perse e tre pareggiate, ogni dubbio è svanito".

Le voci dallo stadio

Salvatore: "Io l'ho difeso ad oltranza ma ormai è arrivato il momento di mandare via Maran. A me dispiace, però questa squadra ha bisogno di una scossa".

Roberto: "Questa squadra non ha un minimo di dignità, capisco remare contro l'allenatore ma non ci devono passare la società e i tifosi. Se hai problemi con il tuo tecnico vai dal presidente e ti lamenti, ma poi in campo tiri fuori le pa**e!".

Gabriele: "Che schifo, mi disgustano tutti: l'allenatore, perchè non ha più il polso della squadra, e i giocatori, perchè stanno volontariamente facendo affondare la barca".

Daniele: "Io sono convinto che, con un po' meno di sfiga, ci possiamo tirare su".

Lucio: "Maran dovrebbe dimettersi: è palese che la squadra non lo segua più".

Emanuele: "La società deve prendere provvedimenti: o esonera l'allenatore o prende la squadra di petto e si schiera convintamente al fianco di Maran. Perchè ormai stiamo rasentando il ridicolo".

Ginevra: "Non l'ho mai detto finora, ma credo sia arrivato il momento che Maran lasci questa squadra".

Paolo: "Maran vada via. È l'unica soluzione per dare una scossa alla squadra".

Alessandro: "Io vorrei capire da chi invoca l'esonero chi si aspettano, eventualmente, al posto di Maran. Non c'è nessuno, in giro al momento, che sia migliore".

Gesuino: "Maran deve andare via, non è possibile che questa squadra continui a giocare così da schifo. Non si possono licenziare 25 giocatori (che comunque non stanno dimostrando un briciolo di voglia di lottare), quindi bisogna per forza allontanare il mister".